rotate-mobile
Attualità

Tragedie della strada: stop alla musica e spot choc durante le serate in discoteca

L'iniziativa lanciata da Marco Della Pietra, sindaco di Spresiano, e Giannino Venerandi, titolare della discoteca Odissea. Al via anche un piano del traffico per rendere le strade più sicure, soprattutto le immissioni e le uscite dalla Pontebbana, e allo studio due rotatorie

Torna la campagna “okkio alla vita -guida con prudenza”. Iniziativa promossa nel 2020 e partita dall’Odissea di Spresiano con la collaborazione della Provincia, della Regione e dal Silb quando all'esterno della discoteca furono posizionate alcune macchine coinvolte in gravi incidenti. Un’immagine forte che aveva l’obiettivo di far riflettere i giovani sulle conseguenze dell'alta velocità, sulla disattenzione alla guida e sull’abuso di sostanze alcoliche e sull’uso di stupefacenti. Durante i due anni di pandemia il fenomeno delle tragedie stradali era, ovviamente, diminuito, quest’estate il numero di incidenti invece è tornato a salire drammaticamente.

«Abbiamo pensato -spiega Marco Della Pietra sindaco di Spresiano- assieme a Giannino Venerandi del Silb (e titolare della discoteca Odissea di Spresiano) di riprendere in mano il progetto». L’idea è quella, durante le serate in discoteca, all’improvviso di spegnere la musica, accendere le luci e trasmettere degli spot shock, delle immagini forti di incidenti stradali. Non solo, l’amministrazione comunale di Spresiano ha deciso di continuare con la sensibilizzazione nelle scuole. La polizia locale andrà da settembre (come da decenni a questa parte) nelle classi per spiegare ai ragazzi le conseguenze di scelte sbagliate. Verranno organizzate nuovamente delle serate in paese per dare i dati aggiornati sugli incidenti stradali e per parlare con i cittadini sulle cause che provocano i sinistri.

Uno dei principali fattori delle tragedie è l’uso del cellulare durante la guida. Il comune di Spresiano rimane uno dei territori ad alta densità di traffico essendo attraversato dalla Pontebbana e da due provinciali.: «Come amministrazione abbiamo incaricato dei professionisti di redigere un piano del traffico nel territorio per rendere le strade più sicure, soprattutto per quanto riguarda  le immissioni e le uscite dalla Pontebbana, tallone d’achille della viabilità spresianese. Ora andremo -continua Della Pietra- anche da Anas,  per chiedere di realizzare due nuove rotatorie sulla ss13. Bisogna pensare alla prevenzione ma anche alla repressione; gli autovelox, i targa system, t red, servono non per fare cassa ma per disincentivare i comportamenti scorretti.  Anche solo una vita salvata è una vittoria».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedie della strada: stop alla musica e spot choc durante le serate in discoteca

TrevisoToday è in caricamento