Pugno in faccia per rapinare un commesso, in fuga a mani vuote

Martedì sera un 19enne è stato aggredito a Spresiano in via Isonzo. Il giovane è stato colpito da un bandito che voleva prendergli lo smartphone che teneva in mano

Brutta disavventura quella vissuta nella serata di martedì da un commesso di 19 anni a Spresiano, in via Trento. Il giovane, poco dopo le 21.30, stava camminando a bordo strada quando è stato avvicinato da uno sconosciuto. Questi, probabilmente un giovane di origini nordafricane, ha sferrato un pugno al volto del malcapitato, per prendergli il telefono cellulare che teneva in mano. Il commesso è riuscito a resistere all'assalto e si è dato alla fuga, salvando così il suo smartphone. Il 19enne è stato costretto a rivolgersi alle cure del pronto soccorso dell'ospedale di Conegliano per medicare una ferita lacero-contusa riportata al labbro superiore, con una prognosi di una decina di giorni. Sull'episodio indagano ora i carabinieri di Spresiano che acquisiranno ora le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona per identificare l'autore della tentata rapina.

«Rimango senza parole e spero che riescano ad identificarlo -commenta il sindaco di Spresiano, Marco Della Pietra- Spero anche che una volta preso venga punito a dovere. Spiace dover tornare sempre sulla certezza della pena ma si deve iniziare anche da questi reati per così dire “minori”. Altrimenti tutti si sentono legittimati a fare ciò che credono. Punire per educare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento