Velodromo di Spresiano, domani la posa della prima pietra

Sarà il più grande impianto ciclistico italiano al coperto, con una capacità fino a 6.000 posti a sedere. Potrà ospitare manifestazioni di livello superiori come Campionati del Mondo e Olimpiadi. I lavori dureranno 18 mesi

SPRESIANO Si terrà sabato 15 settembre alle ore 11:30 la posa della prima pietra del nuovo Velodromo di Spresiano in provincia di Treviso (via Vittorio Veneto, nei pressi delle piscine Bandie). All’evento parteciperà il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport Giancarlo Giorgetti, il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, il Presidente del Coni Giovanni Malagò, il Presidente della Federciclismo Renato Di Rocco e quello del Credito Sportivo italiano Andrea Abodi, oltre a Massimo Pessina, Presidente delle Pessina Costruzioni, azienda che realizzerà il Velodromo e lo gestirà per i prossimi 50 anni.

Il Velodromo di Spresiano sarà il più grande impianto ciclistico italiano al coperto, con caratteristiche di categoria 1, secondo la normativa UCI, con una capacità fino a 6.000 posti a sedere. Potrà ospitare manifestazioni di livello superiori quali Campionati del Mondo e Olimpiadi. Diciotto i mesi previsti per la realizzazione dell’opera dall’accordo tra la Federazione Ciclistica Italiana e la Pessina Costruzioni, dopo i 9 mesi dedicati alla progettazione. In base alla convenzione-concessione, quindi, i lavori dovrebbero concludersi a gennaio 2020, in tempo per la preparazione delle Olimpiadi di Tokyo (dal 24 luglio al 9 agosto 2020).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Smog, torna l'allerta arancio: blocchi al traffico nel fine settimana

  • Incidenti stradali

    Malore alla guida, perde il controllo dell'auto e si schianta contro un distributore

  • Attualità

    Deputato di Fratelli d'Italia parteciperà alla conferenza sulle foibe al Django

  • Attualità

    Crisi Stefanel, il PD: «Una tragedia annunciata»

I più letti della settimana

  • Scende dall'auto per salvare un gufo a bordo strada: morta investita una 26enne

  • Sperona l'auto dei carabinieri, scende e la prende a picconate

  • Violentata dai colleghi alla cena aziendale: il caso finisce in tribunale

  • Tremendo schianto camion-auto sulla Noalese, un morto

  • «Imprenditore non trova operai? Applichi contratto giusto»

  • Kathrina si è spenta troppo presto: a soli 20 anni una leucemia se l'è portata via

Torna su
TrevisoToday è in caricamento