rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Attualità Montebelluna / Via Groppa

Stabilizzazione di via Groppa a Montebelluna: approvato il progetto definitivo

E' arrivato l’ok al progetto esecutivo che servirà per sistemare il tratto interessato dai fenomeni di erosione occorsi nelle primavera 2020

L’avvio del cantiere per la stabilizzazione del tratto di strada di via Groppa è sempre più vicino. Dopo l’approvazione progetto di fattibilità tecnica-economica avvenuto in estate, in questi giorni la giunta comunale ha dato l’ok anche al progetto esecutivo che servirà per sistemare il tratto interessato dai fenomeni di erosione occorsi nelle primavera 2020. Si ricorda che la piccola frana nel tratto iniziale della via ha richiesto la chiusura del traffico ciclopedonale e viabile in quanto non erano (e tuttora non sono) garantite le necessarie condizioni di sicurezza al transito. Sono quindi state eseguite delle indagini per la riapertura della sede stradale sulla base delle quali risulta prioritario eseguire un primo stralcio dei lavori, mentre gli stralci 2 e 3 non sono urgenti e potranno essere realizzati in un secondo momento per la messa in sicurezza definitiva del tratto stradale esaminato.

Interventi

Spiega l’assessore ai lavori pubblici, Adriano Martignago: “Il progetto – redatto dalla Società Asi ingegneria srl di Montebelluna prevede sia la costruzione di un “muro di sostegno”, una struttura in calcestruzzo armato fondata su micropali e tiranti e di ancoraggio per il sostegno della piattaforma stradale di via Groppa che interventi in regimazione delle acque meteoriche provenienti da Mercato Vecchio con il collettamento verso la rete demaniale di competenza del Consorzio di bonifica Piave. Si tratta del primo stralcio dei 3 previsti che, in quanto non urgenti, saranno eseguiti in un successivo momento”.

Realizzazione del muro di sostegno

Il muro di sostegno si compone di vari elementi realizzati in più fasi:

- micropali con armatura continua e sbulbatura sul tratto terminale

- muro di sostegno per un tratto di 30 m in calcestruzzo armato composto da uno zoccolo di base su cui sono intestati i pali di fondazione e dal paramento in elevazione rivestito in pietra sul lato esposto

- tiranti ammarati nel terreno vincolati sul paramento in elevazione.  

Regimazione delle acque meteoriche

L’evidente erosione del versante richiede la realizzazione di una infrastruttura in grado di convogliare i deflussi verso il canale demaniale “Groppa Platani Ramo 2”. Il raccordo con il canale demaniale avverrà realizzando un tratto di rete tubata ed un tratto di fossato a cielo aperto. Durante l’esecuzione di tutte le lavorazioni il tratto sarà mantenuto chiuso al transito.

Costi

Il progetto prevede un costo di 300mila euro finanziati con accensione di mutuo da parte del Comune

Cronoprogramma

Dicembre: richiesta di assegnazione mutuo per finanziare l’opera

Metà dicembre: approvazione del progetto esecutivo e avvio della gara d’appalto

Inizio 2022: avvio del cantiere

Primavera-estate 2022: conclusione lavori

Commenta il sindaco, Adalberto Bordin: “Con questo altro passaggio amministrativo si accorcia la strada per l’avvio del cantiere che consentirà di riaprire un tratto di strada interrotto da quasi due anni a causa della frana occorsa e che mette in collegamento la parte bassa di Montebelluna con Mercato Vecchio, e non solo. L’iter è stato complesso e tortuoso perché ha comportato indagini geognostiche, la relazione geologica necessarie per stabilire entità problema e la carotatura del terreno, oltre che la richiesta di autorizzazione al Consorzio Piave per lo scarico sul canale irriguo demaniale e la richiesta dei vari pareri tecnici. Ora la strada dovrebbe essere in discesa con l’attivazione del mutuo e il successivo progetto esecutivo che permetteranno l’avvio della gara e l’affidamento del cantiere con l’avvio dei lavori per la prossima primavera”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilizzazione di via Groppa a Montebelluna: approvato il progetto definitivo

TrevisoToday è in caricamento