Entrano in chiesa e rubano la statua della Madonna: caccia ai responsabili

Il furto è avvenuto a settembre nella chiesetta dell’ex lanificio Cini in via Galvani a Vittorio Veneto. Rubate tre statue in totale, denuncia alle forze dell'ordine

L'interno della chiesetta senza le statue rubate (Foto di Paola Casagrande via Facebook)

Rabbia e sgomento a Vittorio Veneto per il furto di tre statue sacre dalla chiesetta dell’ex lanificio Cini in via Galvani. «A tutti quelli che credono ancora nel valore della parola rispetto, informiamo che nel mese scorso in questa chiesetta sono state rubate la statua grande della Madonna e altre due più piccole. È stata presentata regolare denuncia alle forze dell’ordine».

madonna-rubata-2

Sono queste le parole scritte a mano su un foglio affisso alla porta d'ingresso della chiesetta lo scorso 10 ottobre. Un furto inaspettato che ha colto di sorpresa l'intera comunità della zona. Non appena le immagini del furto hanno iniziato a circolare in Rete e sui social, sono state decine i commenti sdegnati dei cittadini che chiedevano ai responsabili quantomeno la restituzione delle tre statue. Gli autori del furto, avvenuto ormai il mese scorso, sono però ancora a piede libero. Difficile poter risalire ai responsabili dal momento che i dintorni della chiesetta sono sprovvisti di videocamere di sorveglianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento