Volume troppo alto: gli uffici del centro insorgono contro la statua di Del Monaco

Gli acuti del celebre tenore sarebbero stati impostati su un volume troppo alto e in piazza Borsa sono stati in molti a lamentarsi della statua canterina dedicata a Del Monaco

La statua dedicata al grande tenore in Piazza Borsa (Foto d'archivio)

Non c'è davvero pace per la statua bronzea dedicata a Mario Del Monaco in Piazza Borsa. Da alcune settimane, per volere della giunta Conte, la scultura intona le melodie del “Nessun Dorma” e di “Un amore così grande” due volte al giorno, alle ore 12 e alle 18.30.

Una trovata che aveva già sollevato non poche perplessità a Treviso. Da alcuni giorni però gli uffici che si affacciano su piazza Borsa hanno sollevato non poche rimostranze contro la svolta musicale della statua, installata ben otto anni fa in centro. Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" infatti, i volumi delle arie cantate da Del Monaco sarebbero stati impostati a un livello troppo elevato. Succede così che, durante un'importante riunione o una conference call con l'estero i dipendenti dei tanti uffici di piazza Borsa debbano fare i conti con l'acuto "All'alba vincerò" intonato a pieni polmoni dal celebre tenore italiano. Un problema che il presidente della Camera di Commercio, Mario Pozza, annuncia di voler risolvere regolando i volumi già a partire dai prossimi giorni. Esclusa la possibilità che la statua venga "spenta" del tutto e torni alla sua forma originaria. La voce del tenore continuerà a risuonare in piazza, ma questa volta gli uffici non dovrebbero esserne disturbati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento