Attualità

Lo striscione per Zaia rimosso dalla Prefettura è comparso di nuovo

Dopo l'esito delle elezioni lo striscione appeso sul muro di una casa privata a San Fior di Sotto è ricomparso nonostante le polemiche di un residente

Lo striscione dedicato a Luca Zaia

Dopo la rimozione voluta dalla Prefettura che aveva giudicato lo striscione di ringraziamento per il governatore Zaia come pubblicità elettorale, a San Fior di Sotto il cartellone è stato riposizionato al termine degli scrutini per le elezioni regionali.

«Lo striscione, oggetto di numerose polemiche - commenta il responsabile della richiesta di affissione - rimarrà appeso fino alla data di scadenza agli atti. L’autorizzazione comunale era arrivata ancora prima che il Governo scegliesse la data delle elezioni. Al termine dello scrutinio, il giorno successivo, lo abbiamo riappeso immediatamente, non perché Zaia aveva vinto le elezioni, ma perché ha gestito bene l’emergenza Covid. Non voleva essere un messaggio di propaganda ma di semplice ringraziamento. I risultati elettorali lo hanno confermato e sapevamo che a Zaia non serviva un cartellone per prendere voti». A contestare lo striscione nelle scorse settimane era stato un solo residente a San Fior ed ex consigliere comunale del paese. La sua richiesta era stata accolta dalla Prefettura ma ora gli autori dello striscione sono tornati alla carica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo striscione per Zaia rimosso dalla Prefettura è comparso di nuovo

TrevisoToday è in caricamento