rotate-mobile
Attualità Conegliano

Lo studente scomparso da 12 giorni è tornato a casa: «Ero a Milano»

Fine di un incubo per la famiglia del 17enne sparito da casa lo scorso 13 febbraio senza lasciare messaggi. La scelta di tornare è stata presa in autonomia. «Ho sempre agito da solo»

Dopo 12 giorni lontano da casa è tornato ad abbracciare la sua famiglia lo studente di 17 anni scomparso il 13 febbraio da Conegliano. I genitori, disperati, avevano lanciato tantissimi appelli per ritrovarlo. Nessun biglietto, nessuna spiegazione che potesse spiegare un gesto tanto grave e pericoloso.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", le ricerche partite dai carabinieri di Cordignano si sono allargate con il passare dei giorni in tutta Italia. Del giovane non sembrava esserci traccia. Ci ha pensato lui a tornare da solo a casa, abbracciando di nuovo i suoi cari che stavano ormai perdendo le speranze di rivederlo. Si è trattato di una fuga solitaria. Il 17enne ha deciso di allontanarsi prendendo un treno da Conegliano fino a Milano. Cellulare e documenti erano rimasti a casa. Con lui aveva solo uno zaino con i libri eppure è riuscito a vivere per 12 giorni nel capoluogo lombardo. Una disavventura a lieto fine inziata e finita in solitaria. Per la famiglia del giovane è la fine di un incubo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo studente scomparso da 12 giorni è tornato a casa: «Ero a Milano»

TrevisoToday è in caricamento