Treviso ospiterà il summit sulla sicurezza informatica

Appuntamento giovedì 23 maggio presso l’auditorium Fondazione Cassamarca. La giornata dedicata alla sicurezza cyber sarà organizzata da Clusit e UNIS&F. Incontro da non perdere

In foto: l'auditorium Cassamarca

Imprenditori del Nordest, accademici ed esperti di sicurezza cyber si danno appuntamento giovedì 23 maggio a Treviso, presso l’Auditorium Cassamarca, nell'ambito di Security Summit 2019, per delineare la situazione della sicurezza delle informazioni e delle reti, con riferimento alle specificità locali.

La giornata di convegno è organizzata da Clusit - Associazione per la Sicurezza Informatica in Italia - in collaborazione con UNIS&F, società di servizi e formazione del Sistema Confindustriale che opera nelle province di Treviso e Pordenone, e con Astrea, agenzia di Comunicazione e Marketing specializzata nell’organizzazione di eventi business in ambito tecnologico. La presentazione del Rapporto Clusit 2019, che raccoglie e analizza i dati relativi agli incidenti gravi verificatisi nel 2018, aprirà i lavori della giornata, delineando la situazione della sicurezza delle informazioni e della rete del Nord Est e definendo lo scenario attuale e le prospettive per i mesi a venire. Sul tema si confronterà un panel di discussione che vedrà tra i protagonisti il dottor Giuseppe Bincoletto, vicepresidente di Assindustria Venetocentro con delega al Coordinamento delle Merceologie, Alberto Mercurio, di UNIS&F, alcuni autori del Rapporto Clusit e i rappresentanti di aziende del Triveneto e del settore informatico. A seguire, nella giornata, si alterneranno sessioni sui temi più attuali tra Governance e tecnologie e compliance: in particolare, sarà all’attenzione del giorno il bilancio sull’applicazione del GDPR a un anno dalla sua entrata in vigore: si parlerà di best practices adottate e dei principali errori commessi. Si discuterà inoltre di correlazione degli eventi e analisi del comportamento nell’individuazione delle minacce informatiche; gestione di reti cloud ibride e monitoraggio della rete; sicurezza dell’endpoint e accesso sicuro alle proprie applicazioni; autenticazione a più fattori su piattaforme cloud intuitive. «Per il terzo anno rinnoviamo la collaborazione con UNIS&F in un territorio che è particolarmente sensibile ai temi della sicurezza cyber, per la sua forte propensione all’innovazione: siamo quindi particolarmente lieti di tornare qui a confrontarci con imprese e ricercatori» afferma Paolo Giudice, segretario generale Clusit.

«Dopo aver capito che la questione non riguarda più la possibilità di essere attaccati o meno, ma soltanto il quando e dopo aver vissuto un 2018 di allarme rosso per i danni in termini di attacchi informatici, il nostro impegno è quello di creare cultura su un tema così complesso come quello della cyber security. La nostra collaborazione con Clusit vuole portare attenzione al tema della sicurezza, non solo per gli addetti IT delle aziende con cui lavoriamo, ma anche e soprattutto verso i vertici aziendali che devono capire quanto importante sia la difesa dei loro asset» conclude Alberto Mercurio, funzionario responsabile delle attività sul digitale di UNIS&F. La partecipazione a Security Summit Treviso è gratuita, previa registrazione al sito www.securitysummit.it  e consente di acquisire crediti CPE (Continuing Professional Education) validi per il mantenimento delle certificazioni CISSP, CSSP, CISA, CISM o analoghe richiedenti la formazione continua.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Frontale tra auto lungo la Postumia: 5 le persone ferite, una è grave all'ospedale

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento