Affare-truffa su internet: perde cinquantamila euro e si toglie la vita a 41 anni

Vittima di un investimento azzardato, promosso su internet da AmicoPolis, Moris Sbrissa si è tolto la vita nella sua casa di Vallà, a Riese Pio X. Sotto shock amici e conoscenti

Moris Sbrissa (Foto tratta da Facebook)

Il popolo dei social e le tantissime persone che avevano avuto la fortuna di conoscerlo in vita, sono ancora sotto shock per la scomparsa, tragica e improvvisa, di Moris Sbrissa morto a soli 41 anni nella giornata di sabato 9 marzo.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", il quarantunenne avrebbe perso cinquantamila euro in un investimento fatto con il sistema "AmicoPolis" che prometteva ai clienti della Rete facili guadagni attraverso una serie di investimenti. A trarlo in inganno la speranza di poter far fruttare i risparmi di una vita in modo semplice e veloce. Arrivato al "livello superiore", Sbrissa avrebbe deciso di investire un'importante somma di denaro a cui sarebbe dovuto corrispondere un interesse mensile dal 9 al 13 per cento. Così non è stato. Gli investimenti online basati sull'andamento dei mercati a cui si era affidato il 41enne trevigiano si sono rivelati un azzardo troppo grande e, in poche settimane, Sbrissa ha perso i risparmi di una vita. L'entusiasmo iniziale ha lasciato presto il posto alla disperazione e alla rabbia per non essersi accorto in tempo del rischio a cui era andato incontro. Una storia che il 41enne ha raccontato, giorno dopo giorno, sul suo profilo Facebook e che adesso rimane pubblicata come un monito importante per chiunque decida di tentare la sorte degli investimenti online.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sabato scorso, 9 marzo, Moris Sbrissa ha deciso di togliersi la vita nella sua abitazione di Vallà, a Riese Pio X, sopraffatto dalla disperazione per la perdita dei suoi risparmi. Sarà tutta da verificare, ora, la responsabilità avuta da AmicoPolis nell'intera vicenda. I titolari della società di Caltanissetta hanno dichiarato che con il 41enne non c'erano mai stati problemi e che i soldi che aveva guadagnato erano pari a quelli che aveva perso. Il tentativo di passare al "livello superiore" del sistema è costato al trevigiano un prezzo altissimo però. Sconvolti dalla notizia della sua scomparsa, amici e conoscenti hanno riempito il profilo del 41enne di messaggi pieni di cordoglio e vicinanza. I funerali sono stati celebrati giovedì 14 marzo in una chiesa stracolma a Loria. I familiari, comprensibilmente sconvolti, chiedono chiarezza su una vicenda tanto drammatica, in modo da evitare che altre tragedie simili a questa possano ripetersi in futuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Covid in azienda, 24 positivi: «Ci lavoravano dieci migranti della Serena»

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento