rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Attualità Riese Pio X / Superstrada Pedemontana Veneta

Superstrada Pedemontana, quattro nuovi progetti di riqualificazione

Riese Pio X e San Zenone degli Ezzelini hanno presentato una candidatura congiunta per quattro iniziative di rigenerazione urbana connessi con la Spv del valore di quasi 5 milioni di euro

I Comuni di Riese Pio X e di San Zenone degli Ezzelini si alleano per ottenere contributo statale per interventi riferiti alla rigenerazione urbana anno 2022. I due Comuni hanno sottoscritto in questi giorni una convenzione pensata ad hoc per poter partecipare al bando introdotto con la Legge di Bilancio di fine 2021 finalizzato a favorire gli investimenti in progetti di rigenerazione urbana volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale.

I progetti

Quattro sono i progetti che, grazie alla Convenzione che ha durata fino alla fine del 2026, approvata nei rispettivi consigli comunali in questi giorni - sono già stati candidati per partecipare al bando per un complessivo di 4 milioni e 900mila euro:

  • La riqualificazione urbana ed il riassetto della viabilità nel centro abitato di Vallà (costo complessivo presunto di 1 milione e 750mila euro.
  • Il recupero e la riqualificazione dei percorsi e degli spazi dedicati all’utenza debole e dei parcheggi scambiatori nell’ambito di urbanizzazione consolidata di Vallà (costo complessivo presunto di 1 milione e 340mila euro).
  • Il recupero dell’area sud del piazzale prospiciente la sede comunale di San Zenone degli Ezzelini per nuova sistemazione e riorganizzazione degli spazi esterni (costo complessivo presunto di 400mila euro).
  • La riqualificazione urbana e il riassetto viabilistico del centro di San Zenone degli Ezzelini per un costo complessivo presunto di 1 milione e 500mila euro.

I commenti

Matteo Guidolin, sindaco di Riese Pio X capofila dell’operazione, commenta: «L’idea di unire le forze  - che ho avuto modo di condividere fin dai primi mesi dell’anno col collega Fabio Marin - nasce da due necessità: quella di soddisfare uno dei criteri principali per l’assegnazione dei contributi, ovvero essere un’area di almeno 15mila abitanti (infatti i due Comuni in forma associata contano assieme un popolazione di oltre 18mila abitanti)  e quella di dare una risposta coordinata al bisogno di rigenerare e riqualificare i centri abitati con opere compensative connesse all’apertura della Superstrada Pedemontana Veneta».

Conclude il sindaco di San Zenone degli Ezzelini, Fabio Marin: «L'apertura del tratto di Superstrada Pedemontana Veneta avvenuta un anno fa ha avuto delle ripercussioni sul territorio e le conseguenze saranno ancora più tangibili, specie a livello di traffico pesante, con l’apertura completa fino a Spresiano. L'impegno dell’amministrazione comunale è massimo per far poter ottenere canali di finanziamento che consentano di mitigare gli effetti sul territorio e sulla viabilità nonché per risolvere la situazione di degrado presente nell’area a sud del municipio come da progetto recentemente approvato. Su questo ultimo fronte, in particolare, poiché al momento gli impegni presi dalla Regione non si sono concretizzati nel finanziamento promesso, appena si è presentata questa occasione non abbiamo esitato un momento per cogliere l'ulteriore opportunità di finanziamento di intensificare il già positivo rapporto con l’amministrazione comunale di Riese Pio X e gli uffici comunali così da poter intercettare delle risorse che potrebbero essere utili per migliorare l’assetto urbano e quello viabilistico del centro di San Zenone che al momento rappresenta uno degli snodi più trafficati del territorio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superstrada Pedemontana, quattro nuovi progetti di riqualificazione

TrevisoToday è in caricamento