rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Attualità Santa Lucia di Piave

Szumski sposta lo studio in un gazebo, l'Ulss 2: «Basta folklore»

Il sindaco-medico di Santa Lucia di Piave torna a far discutere. Francesco Benazzi, direttore generale dell'Ulss 2, commenta: «Non si è ancora vaccinato, senza una giustificazione valida verrà sospeso»

«Ricevere i pazienti in un gazebo mi sembra una trovata a dir poco folkloristica. Da primo cittadino e soprattutto da medico di base, il dottor Riccardo Szumski dovrebbe avere il dovere di vaccinarsi». Francesco Benazzi, direttore generale dell'Ulss 2, si esprime con queste parole sull'ultima trovata del sindaco-medico di Santa Lucia di Piave. Parole pesanti, che suonano come un ultimatum.

«Senza motivazioni valide per non essersi ancora vaccinato, Szumski sarà sospeso dall'Ordine dei Medici - prosegue Benazzi - Oltre a non avere il Green Pass, i certificati di esenzione che ha firmato per pazienti che non erano suoi assistiti aggravano ancora di più la sua posizione e dovrà renderne conto all'Ordine e ai Nas che provvederemo a informare quanto prima». Il direttore generale ribadisce che: «Secondo la circolare del Ministero i medici vaccinatori (di cui fa parte anche Szumski) possono fare le esenzioni per la vaccinazione solo ed esclusivamente ai loro assistiti. Dire: "non sono contrario alla vaccinazione ma io non mi vaccino" è una furbata - conclude Benazzi - Szumski sta alzando un po' troppo i toni perché si rende conto di aver compiuto azioni non corrette dal punto di vista deontologico. Il folklore va bene ma senza esagerare. Siamo stanchi di questi suoi comportamenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Szumski sposta lo studio in un gazebo, l'Ulss 2: «Basta folklore»

TrevisoToday è in caricamento