rotate-mobile
Attualità Santa Lucia di Piave

Covid, il dottor Riccardo Szumski radiato dall'Ordine dei Medici

Lunedì 15 novembre salgono a 74 i ricoveri negli ospedali della Marca (6 in terapia intensiva). Il commento del direttore generale, Francesco Benazzi: «Nessuna comunicazione dall'Ordine dei medici»

Lunedì 15 novembre sono saliti a 74 i pazienti Covid ricoverati negli ospedali della provincia di Treviso, due in più rispetto alla giornata di ieri. Sei di questi sono in terapia intensiva e tra loro c'è anche la paziente di Oderzo che, prima di finire in ospedale, si era rivolta telefonicamente al dottor Riccardo Szumski. 

Secondo quanto riportato dal direttore generale dell'Ulss 2 le condizioni della donna, ricoverata al Ca' Foncello, si sarebbero aggravate nelle ultime ore. Dal reparto di Pneumologia la paziente è finita in terapia intensiva. «La stiamo curando con tutte le attenzioni del caso e sono sicuro che la signora ne uscirà guarita» commenta il direttore dell'Ulss 2. Dall'8 al 14 novembre, intanto, si sono registrati 1239 nuovi contagi in provincia di Treviso. «Un positivo su 3 ha meno di 21 anni - spiega Benazzi - Quasi tutti i giovani sono asintomatici o hanno sintomi lievi. Ciò non toglie che nella Marca abbiamo 146 classi con provvedimenti (45 in quarantena e 101 in monitoraggio). Circa 500 gli studenti in quarantena». Il direttore generale dell'Ulss 2 ha poi ribadito l'importanza della vaccinazione. «L'efficacia del vaccino è del 78,8%. Questo vuol dire che il 22% dei vaccinati, soprattutto se solo con una dose, rischia comunque di contagiarsi. I vaccini sono come un giubbotto antiproiettile: se si viene colpiti i segni rimangono lo stesso. Il dato positivo è che la Marca ha raggiunto l'82,03% di cicli completi sopra i 12 anni mentre gli Over 80 vaccinati con tre dosi sono il 21,5%». Ora l'Ulss 2 sta pianificando la terza dose per i cittadini dai 40 ai 59 anni: si tratta di 88mila vaccinazioni da programmare nelle prossime settimane. «Nessun commento» invece sulla radiazione dall'Ordine dei medici del dottor Riccardo Szumski. «Non abbiamo ancora ricevuto ufficialità dall'Ordinde dei medici - conclude Benazzi - ma se fosse così la priorità sarà riorganizzare al più presto i suoi assistiti indirizzandoli verso nuovi medici di base».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, il dottor Riccardo Szumski radiato dall'Ordine dei Medici

TrevisoToday è in caricamento