Tamponi al Centro Sartor di Castelfranco: nessun ospite positivo al Coronavirus

Il presidente Trento: «Prevenzione, attenzione e programmazione della zona isolata 'Covid-19' ci hanno permesso di gestire l'emergenza»

In foto: il sindaco di Castelfranco, Stefano Marcon, la direttrice del Sartor, Elisabetta Barbato, e il presidente del Sartor, Maurizio Trento

Nessun ospite positivo al Centro Anziani Sartor, di via Ospedale a Castelfranco Veneto, dopo l'esito dei tamponi. Si è svolta infatti in questi giorni un'attività di screening con test condotta dalla Task Force dell'Ulss 2 per verificare la presenza del Coronavirus. Al primo test, quello sierologico, su un campione di 260 ospiti sono stati rilevati 31 soggetti positivi al test rapido, tutti asintomatici senza criticità correlate. Il test ovviamente non è indice di Covid-19, che soltanto il successivo tampone andava a confermare. E propri nelle scorse ore sono arrivati i risultati: nessuno ospite positivo al Covid-19. I soggetti rilevati dal test sierologico erano già stati comunque isolati nel centro diurno, predisposto appositamente per l'emergenza già da tempo e vi resteranno per un periodo precauzionale.

«Prevenzione, attenzione e soprattutto grande programmazione. Possiamo dire con orgoglio che al Centro Sartor, le misure messe in atto hanno dato i propri risultati – spiega il presidente del Centro Sartor, Maurizio Trento – Il Centro Sartor, già dall'inizio dell'emergenza, si è subito attivato con le necessarie misure restrittive e cautelative/preventive per la sicurezza e la tutela degli ospiti, in particolare con la creazione di un centro di isolamento esterno completamente separato dall'edificio residenziale,  nella zona del centro diurno “Attivamente” (attualmente fermo) che è stato dotato di personale dedicato e di tutte le apparecchiature/attrezzature necessarie per l'assistenza socio sanitaria con una capienza di trenta posti letto (i lavori strutturali ed impiantistici  sono stati completati nell'arco di soli 7 giorni). Tale nucleo, in attuazione delle disposizioni regionali e nazionali, è stato destinato in via prudenziale ai casi di sospetto contagio al fine di eliminare immediatamente tutte le possibilità di contatto e trasmissione ad altri ospiti e ai dipendenti dell'Ente. Il Centro si è inoltre organizzato con un piano di intervento straordinario in termini di prevenzione e controllo dell'infezione al fine di avere una gestione operativa in grado di contenere il rischio. Oggi siamo felici di poter dire che nessuno dei nostri ospiti è positivo al Covid-19. Ma se l'emergenza dovesse presentarsi, siamo pronti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento