menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Governatore Luca Zaia

Il Governatore Luca Zaia

Tamponi obbligatori per chi arriva dall'estero: «Test rapidi negli aeroporti»

Nuova ordinanza regionale in vigore fino al 6 settembre, presentata giovedì 13 agosto dal presidente del Veneto, Luca Zaia. Eventi sportivi: ingressi riaperti al pubblico

Giovedì 13 agosto sono 84 i nuovi positivi al Coronavirus rispetto alla giornata di ieri, 20885 in totale. 5900 le persone in isolamento in Veneto dei quali, ad oggi, i sintomatici sono 124. Da un lato, dunque, ci sono ancora molti asintomatici, dall'altro vuol dire che il nostro piano di sanità pubblica sta funzionando. Due nuovi decessi rispetto a ieri (2094 in totale), legati alle Rsa del Veneto. 113 i ricoverati di cui 83 negativi. In Terapia intensiva 7 persone tra cui una donna di 30 anni. Di questi 7 nuovi pazienti entrati nelle ultime ore in Terapia intensiva, sei sono positivi.

SCARICA L'ORDINANZA DEL 13 AGOSTO 2020

La nuova ordinanza nasce per contenere il fenomeno dei casi provenienti dall'estero: l'ordinanza avrà validità fino al 6 settembre e riguarderà il periodo clou delle vacanze estive: le ultime due settimane di agosto. La nuova ordinanza individua una serie di categorie a rischio particolare, elencate da Zaia in conferenza stampa. I tamponi saranno obbligatori e gratuiti per: operatori delle Rsa che si sono recati in qualsiasi Paese estero; operatori sanitari che lavorano in strutture ospedaliere ed extraospedaliere. Terza categoria: le badanti di anziani e disabili tornate in Italia; controlli obbligatori anche per i lavoratori stagionali del settore agricolo. Tamponi per i lavoratori in trasferta rimasti all'estero più di 5 giorni; per chi arriva dalla Romania e dalla Bulgaria, due Paesi su cui il Veneto ha molti contatti e scambi. Tamponi in programma a gruppi e comunità "target" provenienti in comitive dall'estero e per tutti gli ospiti dei centri accoglienza del Veneto. Tutte queste categorie dovranno contattare in autonomia le Ulss di riferimento e chiedere il tampone che sarà gratuito. Nei punti di arrivo e partenza la Regione sta studiando un sistema di tamponi rapidi da mettere negli aeroporti per chi arriva in Veneto dai Paesi a rischio. Multe di mille euro per chi non si auto-segnalerà alle Ulss di riferimento per fare il tampone.

Chi invece torna in Veneto da: Malta, Spagna, Grecia e Croazia (nonostante siano Paesi senza obbligo di quarantena), o avranno un tampone fatto 48 ore prima della partenza, oppure dovranno sottoporsi al test al momento dell'arrivo in Veneto, facendo richiesta alla loro Ulss di riferimento. Non ci saranno restrizioni per coloro che dichiarano di essere stati sottoposti a tampone con esito negativo nelle 72 ore precedenti all’ingresso. Chi non si trova nella situazione precedente ha il dovere di segnalare il suo ingresso all’Azienda Ulss di riferimento che provvederà all’esecuzione del tampone entro 48 ore. Nel periodo di attesa dell’esito dell’esame è tenuto a rimanere al proprio domicilio e mantenere comportamenti corretti e attenti. L'indirizzo email da contattare e il numero di telefono dedicato, per informazioni sul coronavirus al rientro dall'estero, è: 0422 323 888 e coronavirus.sisp@aulss2.veneto.it

Altra novità dell'ordinanza di oggi il ritorno del pubblico agli eventi sportivi sia all'aperto che al chiuso. In caso di campionati di livello nazionale e internazionale come i campionati di Serie A o Serie B il pubblico non sarà ammesso ma se una squadra di questi campionati dovesse essere in ritiro in Veneto e volesse organizzare un'amichevole di allenamento il pubblico potrà parteciparvi. Dovrà esserci una disposizione a scacchiera dei posti e uso di mascherine obbligatorie fino all'arrivo al proprio posto numerato. Restano vietati gli eventi con posti in piedi e che non potranno garantire il distanziamento sociale.

Il video della diretta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Con un "gratta e vinci" da 5 euro ne vince 500mila

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento