rotate-mobile
Attualità Maserada sul Piave / Via Saltore, 10

Tessitura Monti, ricollocati 17 lavoratori: sette a tempo indeterminato

Lunedì 18 settembre il vertice in Regione: la situazione vede 118 lavoratori (dirigenti compresi) ancora in capo all’azienda in procedura che utilizza la Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria per le ore di lavoro non lavorate

Si è tenuto oggi, convocato dall’assessore regionale al lavoro Elena Donazzan e coordinato dall’Unità di Crisi Aziendali della Regione Veneto, il tavolo di aggiornamento sulla situazione della Tessitura Monti di Maserada sul Piave.

All'incontro hanno partecipato la Direzione lavoro della Regione, l’Ambito di Treviso e Belluno della rete dei Centri per l'Impiego, gli organi della procedura di liquidazione giudiziale, le rappresentanze sindacali e i rappresentanti dei lavoratori, Confindustria. Obiettivo del tavolo è stato un aggiornamento sull’avanzamento della procedura di liquidazione giudiziale e sull’avvio dell’attività riferita alla ricollocazione dei lavoratori. L’attività produttiva dell’azienda è cessata, ad agosto il marchio e 16 dipendenti impegnati nelle attività commerciali sono stati ceduti dalla procedura alla Andreazza & Castelli di Gallarate, azienda storica e concorrente di Tessitura Monti. La situazione vede oggi 118 lavoratori (dirigenti compresi) ancora in capo all’azienda in procedura che utilizza la CIGS per le ore di lavoro non lavorate. Non tutti i dipendenti in forza sono fermi, di questi 10 saranno impegnati fino al 31 ottobre in attività riferite all’esercizio provvisorio mentre, altri sono ancora impegnati in attività di guardiania e di supporto. Nel corso dell’incontro le Parti sindacali si sono confrontate con le strutture regionali rispetto al fatto che si procederà con le fasi operative relative alla definizione l’accordo e la presentazione dei i progetti di politica attiva a valere sul percorso 5 programma GOL dedicato alla ricollocazione collettiva dei lavoratori. Il tavolo si riunirà nuovamente il prossimo 11 ottobre.

Il commento

«La Regione si è resa disponibile con tutti gli strumenti a nostra disposizione con l’auspicio che, in tempi brevi, le parti presentino i progetti di politica attiva, tenendo conto dei fabbisogni di ciascun lavoratore - conclude l’assessore Donazzan -. I servizi per l’impiego regionali hanno agito d’anticipo, sono stati già presi in carico 55 lavoratori che risultavano immediatamente disponibili e di questi 17 hanno trovato una collocazione lavorativa, 7 a tempo indeterminato». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tessitura Monti, ricollocati 17 lavoratori: sette a tempo indeterminato

TrevisoToday è in caricamento