menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La casa di riposo Umberto I (Foto d'archivio tratta da Facebook)

La casa di riposo Umberto I (Foto d'archivio tratta da Facebook)

Casa di riposo Umberto I: tutti negativi i tamponi sulle 19 persone positive ai test rapidi

I controlli effettuati nelle ultime ore hanno dimostrato che sia i 7 dipendenti che i 12 ospiti sono negativi al Coronavirus. Il commento del sindaco di Montebelluna

Il presidente della Casa di riposo Umberto I, Giovanni Gasparetto, ha il piacere di comunicare l’esito dei tamponi sui 7 dipendenti e i 12 ospiti che erano risultati positivi al test rapido.

Il test rapido è utile perché conferma subito se una persona non è ammalata. Viceversa, in caso di positività evidenzia che gli anticorpi sono attivi rispetto ad una causa infettiva che può essere di varia natura. I tamponi effettuati hanno dimostrato che sia i 7 dipendenti che i 12 ospiti sono negativi al Coronavirus. E’ una buona notizia che testimonia anche la serietà delle procedure adottate all’interno della Casa di riposo per tutelare la salute di chi lavora e degli ospiti. Commenta il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero: «Si tratta una notizia che conforta anche i familiari sia degli ospiti della Casa di riposo sia dei dipendenti. Non ci sarebbe stato in ogni caso da scandalizzarsi se si fosse registrato qualche caso di positività, poiché il virus è in circolazione e, come è ormai notissimo all’opinione pubblica, i soggetti più colpiti sono gli anziani, specie se hanno più patologie croniche. Tuttavia, conforta sapere che per il momento la situazione è pienamente sotto controllo. Ringrazio sia il Consiglio di amministrazione della casa di riposo sia il personale dipendente per le attenzioni che hanno avuto e che continuano a mantenere per la sicurezza all’interno dell’Umberto I con la speranza che il livello di allarme si possa progressivamente abbassare nelle prossime settimane e che ci siano risparmiati altri casi di Covid-19 in città e ovunque». Conclude il presidente della casa di risposo, Giovanni Gasparetto: «Assicuriamo che tutte le procedure di sicurezza ed i protocolli indicati dalla Regione Veneto e dall’Ulss 2 sono applicati nella struttura e ringrazio i dipendenti ed i collaboratori della casa di riposo per la professionalità, la dedizione e l’impegno che stanno dimostrando in questo momento particolare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Con un "gratta e vinci" da 5 euro ne vince 500mila

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento