Test Covid per quasi 60 mila insegnanti del Veneto, trovati solo 3 positivi

Il Governatore Zaia: «I test sul personale scolastico stanno proseguendo con intensità. In generale, però, i risultati indicano che il 95% dei positivi è asintomatico»

Il Governatore Zaia presso l'area tamponi drive-in del Ca' Foncello

Sono aggiornati alla giornata di mercoledì i dati diffusi dalla Regione sui test-Covid in corso di svolgimento su tutto il personale scolastico veneto. Al momento, in totale, sono 58.558 i lavoratori che si sono sottoposti all'esame sierologico, il cosiddetto pungi-dito. I casi di positività riscontrati a questo esame sono stati 1.120. Questi positivi al sierologico sono stati poi sottoposti al tampone e l'esito è stato che soltanto in tre sono infine risultati positivi al Coronavirus dopo il test molecolare con il tampone.

Il territorio con più test sierologici effettuati è quello dell’Ulss 6 Euganea di Padova, con 11.792, seguito dall’Ulss 2 Marca Trevigiana con 11.126 (di cui 279 positivi al test di screening e 10.847 negativi). In quella Scaligera sono stati invece effettuati 7.857 test di cui 150 persone sono state poi sottoposte al tampone. «I test sul personale scolastico stanno proseguendo con intensità - ha dichiarato il Governatore del Veneto Luca Zaia all'inaugurazione del nuovo Ospedale di Comunità di Treviso - Il dato è in continuo aggiornamento man mano che ci arrivano gli esiti dei controlli che continuano senza sosta. In ogni caso i risultati generali, non solo quelli sugli insegnanti, parlano chiaro: il 95% dei positivi è ormai asintomatico e costoro, quindi, si negativizzano senza magari nemmeno accorgersi di aver contratto il virus. Ricordiamoci, però, che questa è la fase di convivenza con il Covid-19: c'è ma fortunatamente non è più aggressivo come prima».

Nel corso della mattinata il Governatore ha anche fatto visita al “drive in” del Ca' Foncello, in funzione per sottoporre ai test con tampone le persone che volontariamente si presentano, ringraziando tutto il personale per l’opera prestata. L’auspicio, espresso quindi dal Governatore e dai sanitari presenti, è che gli insegnanti che ancora non l’hanno fatto si sottopongano quanto prima al test per arrivare alla riapertura nella massima sicurezza possibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento