Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

I risultati dei tamponi dell'Ulss 2 parlano di due dipendenti dell'Electrolux di Susegana e di una donna kosovara ora in isolamento domiciliare

In foto l'ingresso dello stabilimento Electrolux di Susegana

Sono tre le persone trovate positive, nella giornata di mercoledì, ai tamponi per il Covid-19. SI tratta di due dipendenti dell'Electrolux e di una donna kosovara. Per quest'ultima, arrivata nella Marca la scorsa domenica per incontrare la figlia, si sono subito riscontrati sintomi come la febbre e, dopo la positività al test, è stata subito posta in isolamento domiciliare. Un caso, quella della donna, totalmente distinto dal 57enne kosovaro trovato positivo nella giornata di martedì.

Durante i test sierologici in corso alla Electrolux di Susegana, invece, sono stati individuati due lavoratori con anticorpi apparentemente compatibili con il Covid, come da procedura gli operai sono stati inviati subito a fare il tampone presso ospedale di Treviso. In attesa dei risultati i dipendenti saranno sospesi dall'attività lavorativa. Mercoledì 8 luglio è stato il giorno della prima delle 10 ore annue di assemblea retribuite, previste per legge, spettante a tutti i lavoratori. I 1100 dipendenti di Electrolux Susegana, l'hanno vissuta in modalità anti-Covid.indetto dalla Rsu di Fim Fiom Uilm dello stabilimento di Susegana e che ha visto i lavoratori posizionarsi distanziati e mascherati nella sala mensa aziendale. I divisori in plexiglas che segnano le posizioni dove sedersi sui tavoli della mensa hanno rappresentato una delle novità più importanti. C'è stata una sanificazione tra ognuna delle 5 assemblee, svolte durante i vari turni. Una divisione necessaria proprio per avere meno persone concentrate insieme nella stessa sala. Per una sessantina di operai precari con contratti a termine è stata per la prima volta ad un'assemblea sindacale. Altra prima volta è stata la trasmissione in diretta e digitale sulla piattaforma online dell'assemblea, a cui si sono collegati i dipendenti che per varie ragioni non erano presenti in stabilimento (malattie, ferie, smart working, trasferte). Un effetto di accelerazione e cambiamento digitale prodotta dal periodo Covid.

L'assemblea è stata convocata per informare e sentire i lavoratori al fine di preparare l'incontro di gruppo, tra coordinamento sindacale di Fim Fiom Uilm e il management italiano di Electrolux, previsto per giovedì 9 luglio a Mestre. Occasione nella quale, oltre valutare e sottoscrivere il valore del conguaglio dei premi economici in pagamento a luglio, sarà verificata la situazione dei vari stabilimenti dopo la ripresa a seguito della fine lockdown. In tutti gli stabilimenti del gruppo è stata segnalata la tenuta delle vendite e in qualche caso persino una crescita, ma la visibilità è stata per ora limitata al mese di settembre. Quindi sarà necessario capire il trend dell'ultimo trimestre tenuto ancora "segreto" dalle Direzioni di stabilimento. In tutti i plessi sono state effettuate assunzioni di operai a termine di brevissima durata, e sono in corso straordinari. A Susegana lo straordinario prosegue su base volontaria, che per ora copre le esigenze inizialmente chieste, ma che vede l'azienda spingere per avere ulteriori disponibilità dalla Rsu.

Previsti nuovi confronti  tra fine mese di agosto e inizio settembre. Criticata anche dai lavoratori la decisione della direzione di stabilimento di modificare unilateralmente l'orario lavorativo nel periodo a turno unico, durante le ferie alternate, che passa da turno mattutino con orario 6-14 ad un orario a giornata 6-15. Modalità che permette all'azienda sia di aumentare il tempo lavorato, sia di non pagare il tempo mensa. Aspetto criticato dalla Rsu che denuncia la violazione del contratto appena sottoscritto sulla gestione delle ferie. Infine è stato fatto il punto dei lavori della Commissione mista "cantieri", che affronta con profilo di confronto anticipatorio su effetti e cambiamenti collegati nell'industria 4.0 legati alla costruzione della nuova fabbrica "Genesi", che sarà operativa secondo programmi, nel 2022, per questo la Rsu  ha nominato quale esperto di parte, che partecipa al confronto in Commissione il dottor Francesco Tuccino, ergonomo esperto di innovazione tecnologica che si aggiunge agli esperti esterni aziendali. L'obiettivo è una collaborazione proattiva utile ad individuare  le soluzioni e le migliori pratiche a tutela delle condizioni di lavoro dei futuri operai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento