Test sierologico per Fondazione Oltre Labirinto: da lunedì riprendono le attività

Il presidente Mario Paganessi: «In questi lunghi mesi abbiamo messo in campo tutte le nostre risorse, non solo economiche ma professionali, supportando le famiglie sia a livello tecnico che psicologico»

Test sierologico covid-19 per i ragazzi  e per tutto il personale della Fondazione Oltre il Labirinto, educatrici, psicologhe, volontari. Il Comune di Spresiano, che da anni collabora con la Fondazione, ha messo a disposizione i test a prezzo calmierato, dando questa opportunità alla realtà sociale che da anni si occupa di persone con autismo.

«L’esigenza di effettuare i test nasce dal fatto che lunedì 18 maggio riprenderanno a ritmo ridotto le attività del centro diurno e del servizio domiciliarità in piccoli gruppi nelle strutture della Fondazione – spiega Mario Paganessi Presidente della Fondazione - Attività che sono state sospese da fine febbraio e che hanno messo a dura prova i ragazzi con autismo ed i familiari che hanno dovuto affrontare una situazione inaspettata e complessa». Con le scuole e i programmi speciali chiusi, non solo la progressione educativa e comportamentale dei ragazzi è stata interrotta, ma l'estremo stress psicologico e fisico già presente, è peggiorato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«In questi lunghi mesi abbiamo messo in campo tutte le nostre risorse non solo economiche ma professionali. Abbiamo supportato le famiglie sia a livello tecnico che psicologico. Abbiamo fornito strumenti di comunicazione come pc e i-pad. Abbiamo aiutato famiglie in difficoltà economiche con diversi servizi. In queste ultime settimane abbiamo stilato un percorso di rientro, aiutando i ragazzi nell’abituarsi all’uso dei DPI – prosegue Paganessi -  è tempo di riprendere, in sicurezza, con modalità diverse, con training mirati. Grazie al Sindaco e amico Marco Della Pietra siamo riusciti ad aderire a questo screening e permetterci una prima valutazione dello status dei ragazzi e delle educatrici. In questi giorni stiamo conducendo i training e informando sia le educatrici che le famiglie dei nuovi protocolli di sicurezza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento