rotate-mobile
Attualità Maserada sul Piave

“Creare per Donare”: consegnati all'Unicef i regali solidali fatti a mano dagli anziani

L’iniziativa benefica è stata pensata dalla Residenza Tre Carpini di Maserada sul Piave. Gli ospiti della rsa hanno realizzato cappelli, sciarpe e indumenti pesanti da destinare alle persone meno fortunate

Si è conclusa ufficialmente oggi a Maserada Sul Piave presso la Residenza Tre Carpini di Orpea Italia l’iniziativa benefica natalizia “Creare per Donare” che nei mesi scorsi ha visto coinvolti gli ospiti in laboratori creativi di maglia per la realizzazione di cappelli, sciarpe e indumenti pesanti da destinare alle persone meno fortunate.I residenti hanno avuto l’occasione di consegnare i caldi regali di Natale solidali fatti con le proprie mani direttamente ai rappresentanti dell’Unicef di Treviso che li destineranno ad alcune famiglie extracomunitarie bisognose del territorio del Piave. All’incontro era presente lo staff della residenza, la psicologa e gli educatori che hanno organizzato e coordinato i laboratori e diverse autorità del territorio tra cui il Vicesindaco di Maserada sul Piave Antonella Pellizzari e il Sindaco di Breda di Piave Moreno Rossetto.

“Siamo molto soddisfatti dell’impatto positivo dell’iniziativa sui nostri ospiti. – ha raccontato Francesca Zorzi, psicologa della residenza di Orpea Italia – Data la tradizione del nostro territorio, storicamente zona di maglifici, molte delle nostre ospiti hanno trovato nei laboratori la possibilità di rimettersi in gioco in quella che è stata la loro professione di una vita intera. Questo ha permesso loro di rispolverare un saper fare del proprio passato che rappresenta un ancoraggio psicologico importante per il presente. Ha permesso loro di sentirsi utili per la comunità e di ritrovare la gioia di donare qualcosa di connesso con la propria identità e la propria storia personale”.

La direttrice della struttura, dott.ssa Giorgia Zusso, ha aggiunto: "L’evento svolto in collaborazione con l’UNICEF rende possibile in questo momento di pandemia il contatto con la comunità esterna e rende partecipi i residenti di Tre Carpini della vita del territorio. Il progetto ha reso possibile lo scambio intergenerazionale e ha messo al centro l’impegno degli ospiti nel rendersi utili per aiutare i più bisognosi, anche in questo Natale di pandemia”. Il dono della residenza alle famiglie extracomunitarie vuole essere un regalo di Natale ma anche un gesto di apertura verso il prossimo, un sincero benvenuto sul territorio. Le volontarie dell'UNICEF, come ringraziamento per le creazioni ricevute, hanno omaggiato la struttura della Pigotta, la bambola simbolo della loro opera di beneficienza nel mondo. Gli ospiti sono stati particolarmente commossi di questo dono. La bambola infatti rappresenta per molti uno strumento di memoria e di cura.

L’rsa Casa Mia Casier, altra sede storica del Gruppo Orpea in provincia di Treviso, in occasione delle Feste ha invece aderito all’iniziativa Nipoti di Babbo Natale https://www.nipotidibabbonatale.it/. Gli educatori di CasaMia hanno raccolto i desideri degli ospiti e moltissimi “nipoti” da tutta Italia, utilizzando il portale, hanno realizzato il sogno di un anziano che vive in casa di riposo. Si sono appassionati alle loro storie e hanno risposto alle richieste iniziando una tenerissima corrispondenza epistolare, tramite il portale ma anche attraverso vere e proprie cartoline e lettere di ringraziamento. Tantissimi pacchetti sono già stati consegnati in struttura via posta o corriere, perché ci sono donatori da lontano, altri verranno consegnati nei prossimi giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Creare per Donare”: consegnati all'Unicef i regali solidali fatti a mano dagli anziani

TrevisoToday è in caricamento