menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto Canova, il Pd attacca Conte e chiama in causa Zaia

Il consigliere regionale Andrea Zanoni: «Sull’aeroporto Canova conflitto di interessi in seno alla Via. La Giunta Zaia come intende intervenire?»

«Sull’aeroporto Canova il conflitto di interesse c’è ed è evidente, nonostante le acrobazie difensive del sindaco Conte e del commissario cittadino della Lega Michielon. In questi giorni ho effettuato le verifiche del caso, ricevendo la conferma che non solo l’assessore Manera fa parte della commissione Via, ma addirittura del gruppo istruttorio che si occupa proprio della pratica relativa all’ampliamento dello scalo trevigiano. Soprattutto su temi così delicati è fondamentale avere dei pareri imparziali: cosa intende fare la Giunta Zaia?». A chiederlo è il consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni, che ha presentato una nuova interrogazione a risposta immediata sul Canova proprio sulla questione del conflitto di interessi dell’assessore all’Ambiente e Personale di Palazzo Rinaldi.

«Stiamo aspettando il fondamentale parere da parte della Via regionale, attualmente sospeso dopo che Enac e Aertre a ottobre hanno inviato le integrazioni richieste allo studio di impatto ambientale. Questo parere è atteso con preoccupazione dai residenti poiché c’è il rischio di un incremento esponenziale dei voli, che già adesso superano i limiti massimi previsti dalla legge, con il conseguente aumento di inquinamento ambientale e acustico. Visto che la decisione impatta direttamente sulla vita dei cittadini di Treviso e dintorni, occorre che ci sia la massima trasparenza. La Giunta Conte si è già espressa a favore dell’ampliamento dell’aeroporto al momento dell’insediamento e tra gli assessori c’è appunto il dottor Manera che già dal 2016 fa parte della commissione Via regionale oltre che del gruppo istruttorio della Valutazione d’impatto ambientale riguardante l’ampliamento del Canova. Il conflitto di interessi sembra palese», insiste Zanoni, ricordando anche come da oltre un anno (la risposta all’interrogazione del Partito Democratico risale infatti all’ottobre 2017) la Giunta Zaia avesse promesso di integrare il gruppo istruttorio un rappresentante dell’area Sanità e sociale. «Un impegno che pare essere rimasto finora sulla carta, che si somma alla posizione, secondo noi incompatibile, di Manera. Non il massimo per chi predica una Regione che sia come una casa con le pareti di vetro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento