rotate-mobile
Attualità

Approvato dalla Giunta di Treviso il bilancio arboreo di fine mandato

Il documento, previsto dalla legge, contiene tutti i dati sulla messa a dimora di alberi e sul verde disponibile in Città

È stato approvato dalla Giunta comunale il bilancio arboreo di fine mandato previsto dalla Legge 14 gennaio 2013 n. 1, "Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”. Il documento contiene il rapporto fra il numero degli alberi piantati in aree urbane di proprietà pubblica rispettivamente al principio e al termine del mandato stesso, dando conto dello stato di consistenza e manutenzione delle aree verdi urbane di propria competenza.

Nel bilancio si registra l'incremento sia di aree verdi destinate a verde pubblico sia della quantità degli alberi piantati nelle aree urbane di proprietà del Comune. In particolare, rispetto al 2018, quando gli alberi censiti erano 21.412, nel 2023 se ne contano 26.587 con un incremento di 5.175 piante (+25%). Grazie al Piano degli Interventi approvato, la previsione è di mettere a dimora entro il 2028 17.650 alberi.

Per quanto riguarda invece l’estensione delle aree verdi, nel 2018 erano presenti 3.197.868 metri quadrati di spazi verdi gestiti dal Comune, 3.345.880 nel 2023 con un incremento di 148.012 metri quadrati (+4,6%). Inoltre, grazie al P.I. recentemente approvato in Consiglio Comunale, verranno inoltre recuperati 235.000 metri quadrati da destinare ad area verde nel quinquennio 2023-2028. «Il documento certifica il lavoro svolto sia nella messa a dimora che nel recupero delle aree verdi», affermano il sindaco e l’assessore alle Politiche Ambientali. «Non solo si è investito sul patrimonio arboreo ma anche sul futuro, riconsegnando alla collettività nuovi spazi da destinare alla messa a dimora delle essenze attraverso parchi urbani e boschi periurbani, fra cui anche quello di via Orsenigo con una superficie di 25mila metri quadrati di verde».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato dalla Giunta di Treviso il bilancio arboreo di fine mandato

TrevisoToday è in caricamento