menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una pattuglia della polizia stradale

Una pattuglia della polizia stradale

Falsa assicurazione Rca on line: automobilista stangato, denunciati i truffatori

Indagine della polizia stradale di Treviso che a fine gennaio aveva fermato, lungo viale della Repubblica, un automobilista albanese, inconsapevole di essere stato a sua volta raggirato da due connazionali

Attraverso un sito internet "fantasma" aveva acquistato, al costo di 411 euro, un'assicurazione Rca per la sua Bmw. Pensava di poter circolare tranquillamente e di essere del tutto in regola ma si sbagliava: era stato raggirato, peraltro da due connazionali. Sfortunato protagonista di questa vicenda un automobilista di nazionalità albanese che a fine gennaio era incappato in un controllo da parte di una pattuglia della polizia stradale di Treviso mentre percorreva viale della Repubblica. Il mezzo su cui il balcanico viaggiava non risultava assicurato, nonostante lo stesso automobilista, sbigottito, avesse esibito un certificato della polizza sottoscritta on line. Il mezzo dello straniero, regolare in Italia, è stato sottoposto a sequestro amministrativo e contestata al conducente una sanzione amministrativa di 868 euro.

Ulteriori ed approfonditi accertamenti hanno permesso agli investigatori della polstrada di verificare le modalità di acquisto della polizza assicurativa, avvenuto tramite un sito internet “fantasma” e non autorizzato all’emissione di polizze assicurative RCA ed il relativo pagamento con versamento della somma pattuita su carte postepay prepagate. La polizza assicurativa risultava totalmente contraffatta e di fatto totalmente inesistente, perciò il conducente ignaro del raggiro, circolava con un’autovettura priva di copertura assicurativa con tutte le conseguenze civili e di risarcimento in caso di sinistro stradale. L’attività di Polizia Giudiziaria, anche con indagini finanziarie, ha permesso di identificare due connazionali residenti in territorio campano, membri di un gruppo criminoso specializzato nell’emissione e nella vendita tramite internet di polizze assicurative contraffatte, segnalandoli alla locale Autorità Giudiziaria per truffa aggravata.

«Si tratta di un fenomeno diffuso -si legge in un comunicato- che interessa tutto il territorio nazionale essendo emerse nel corso delle indagini numerose truffe ai danni di ignari cittadini per l’acquisto e l’emissione di polizze assicurative auto totalmente contraffatte. La polizia stradale di Treviso è particolarmente attenta a questi fenomeni criminosi che incidono sulla sicurezza stradale e sulla responsabilità civile dei conducenti, invita e raccomanda ai cittadini di rivolgersi a siti internet ufficiali riconducibili alle compagnie assicurative operanti nel territorio nazionale, verificandone l’attendibilità tramite l’Istituto per la Vigilanza Sulle Assicurazioni IVASS prima della sottoscrizione dei contratti e che gli stessi siano emessi da imprese e intermediari regolarmente autorizzati allo svolgimento dell’attività assicurativa. Altresì segnala di diffidare da acquisti di polizze assicurative tramite sistemi di messaggistica istantanea».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Con un "gratta e vinci" da 5 euro ne vince 500mila

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Si finge fruttivendolo, deruba un 61enne e fugge

  • Attualità

    Giornata della memoria: le iniziative a Treviso e provincia

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento