rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Attualità San Giuseppe / Via Noalese

Guasto all'aria condizionata dell'aereo, passeggeri in attesa per 7 ore al Canova

Pesanti disagi all'aeroporto trevigiano per i viaggiatori diretti ad Edimburgo: il volo Ryanair avrebbe dovuto decollare alle 11.10 ma chi una volta saliti, i passeggeri sono stati fatti scendere. Nel pomeriggio la situazione è rimasta in stallo: a causa del gran caldo qualche malore tra i presenti, sale la protesta. La cancellazione è stata resa ufficiale solo alle 18

Costretti ad aspettare per ore in sala d'attesa nell'aeroporto Canova di Treviso: è iniziata nella tarda mattinata di oggi, venerdì 1° luglio, l'Odissea di un gruppo di 180 viaggiatori che avrebbero dovuto prendere un volo Ryanair diretto a Edimburgo, in Scozia. I passeggeri sono stati fatti salire a bordo e poi fatti scendere per il mancato funzionamento dell'aria condizionata, lasciando però le proprie cose all'interno. In questo modo si è aggiunto disagio al disagio, stando al racconto di chi si trova li in questa situazione di stallo: gli addetti della Compagnia hanno raccolto in seguito gli oggetti alla rinfusa restituendoli ai proprietari con poco tatto, per dirla con un eufemismo. Solo alle 18 è arrivata la comunicazione ufficiale: volo cancellato. Sette ore dopo.

Questa la segnalazione che ci è stata infatti inviata da uno dei viaggiatori: "In data odierna io e la mia famiglia avremmo dovuto prendere un volo per Edimburgo Fr1069 dall'aeroporto di Treviso Sant'Angelo. Il volo, inizialmente previsto per le 11.10, è stato dapprima posticipato di un'ora e un quarto, successivamente una volta fatti salire a bordo (a seguito di guasto dell'aria condizionata) siamo stati fatti scendere. Allo stato attuale ci hanno comunicato un ritardo "indefinito". All'atto di scendere dall'aereo gli steward del volo ci hanno intimato di lasciare i nostri effetti personali a bordo in quanto la situazione a bordo del velivolo era incandescente vista la temperatura all'interno del mezzo. Una volta giunti in una sala d'aspetto, senza peraltro garantire le misure anti covid, gli assistenti di volo hanno preteso i documenti di viaggio, molti dei quali erano all'interno del velivolo dentro bagagli e zaini".

c-3-10

"Le modalità di riconsegna degli effetti è stata quanto meno poco igienico ed imbarazzante -continua il nostro lettore- in quanto portati fuori dall'aereo mediante sacchi della spazzatura e tutti insieme (a livello sanitario se una persona avesse la scabbia la trasmetterebbe per contatto), allego foto per far capire la situazione venutosi a creare. Non per ultimo ma non per ordine di importanza, non abbiamo avuto nessun tipo di assistenza e non ci è stato fornito il buono pasto previsto per questi casi. Ad ora siamo ancora in sala d'aspetto senza informazioni e con Ryanair che incolpa i facchini addetti al caricamento della stiva dell'aereo, e il personale di Aertre che dice che la problematica non dipende da loro". Il buono pasto è poi stato consegnato: vale 4 euro. L'acqua ha un prezzo di 2,80 euro.

WhatsApp Image 2022-07-01 at 16.54.21-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guasto all'aria condizionata dell'aereo, passeggeri in attesa per 7 ore al Canova

TrevisoToday è in caricamento