Venerdì, 25 Giugno 2021
Attualità

A Treviso 300 bambini ai laboratori per contrastare la povertà educativa minorile

Preparazione agli esami, educazione musicale, potenziamento linguistico e matematico, ma anche iniziative per l'estate: questo quanto offre "Con i Bambini"

Laboratori per la preparazione agli esami di terza media, di educazione interculturale e di musica, ma anche potenziamento delle competenze trasversali: sono queste le attività offerte nei mesi scorsi agli studenti degli Istituti comprensivi Coletti, Felissent e Martini di Treviso, grazie al progetto Kepler 5-14 selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Tra fatiche organizzative, interruzioni della didattica in presenza e sospensione di alcune attività scolastiche per bambini e ragazzi e ridotti incontri per i genitori, 300 studenti sia della primaria che delle scuole secondarie di secondo grado hanno lavorato per piccoli gruppi, in laboratori tematici, con il supporto degli educatori di La Esse in sinergia con gli insegnanti.

«L’importanza di supportare i genitori, soprattutto chi si trova in situazione di povertà educativa, ha spinto le scuole, in connessione con La Esse, a fare di tutto per garantire spazi educativi e protetti per i minori - afferma la coordinatrice di Kepler 5-14 Lucia Di Palma – per questo abbiamo continuato a lavorare con il metodo dei laboratori che permette a bambini e ragazzi di esprimersi, evidenziando il proprio stile cognitivo e valorizzando il proprio background culturale. Quest’anno in modo ancora più forte, per rispondere sempre alla normativa sulla prevenzione».

All’Istituto Comprensivo Felissent sono circa una ventina le ragazze i ragazzi che hanno partecipato ai laboratori dedicati alla musica, al clarinetto, all’Orchestra di flauto, e alla musica di insieme per fiati, con attività sulla ritmica della musica medievale con strumenti moderni come la chitarra, il sax, il flauto traverso. I laboratori alla scuola primaria invece si sono concentrati sulla conoscenza della lingua italiana, il potenziamento comunicativo, del lessico e dell'esposizione orale, e il laboratorio pomeridiano per i compiti.

Anche quest’anno all’Istituto Comprensivo Coletti sono stati attivati i laboratori di supporto nell'area linguistica e scientifico-matematica, mente alla Scuola Primo Maggio dell’Istituto Comprensivo Martini il laboratorio di educazione interculturale ha permesso di per conoscere le culture e le tradizioni di molti Paesi di tutto il mondo, dalla Nuova Zelanda al Giappone, dai Paesi Balcanici all’Africa Centrale all’Italia, alla scoperta della geografia, la storia, le musiche e le fiabe che appartengono alle diverse realtà.

E mentre la fine dell’anno scolastico si avvicina, è in partenza nelle tre scuole partner del progetto Kepler 5-14 il laboratorio per la preparazione all’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, che si svolgerà anche quest’anno tenendo conto della difficile situazione in cui si sono ritrovati insegnanti e studenti. Sono circa 50 le ragazze e i ragazzi che complessivamente partecipano al percorso con il supporto degli educatori di La Esse.

«Anche a scuola finita il progetto continuerà con nuove iniziative durante l’estate – continua Lucia Di Palma - con i centri estivi promossi dalla Cooperativa Solidarietà, proposte di incontro per mamme e genitori, animazioni per bambini nei quartieri e supporto educativo per i ragazzi. Continuiamo a invertire sui minori con una visione a 360 gradi, come soggetti attivi parte di un contesto e di una comunità educante».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Treviso 300 bambini ai laboratori per contrastare la povertà educativa minorile

TrevisoToday è in caricamento