rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Attualità

Aumento di biglietti e abbonamenti Mom, parte una raccolta di firme

L'iniziativa di Coalizione civica per Treviso sarà avviata sabato prossimo con un presidio a Porta San Tomaso. L'assessore Gloria Sernagiotto stoppa le polemiche di queste ore: «Per il trasporto scolastico per le scuole di base (elementari e medie) non ci sarà alcuna variazione»

Continua a tenere banco il caso degli aumenti di biglietti e abbonamenti di Mom e oggi, 8 giugno, nonostante le rassicurazioni di Ca' Sugana, Coalizione civica per Treviso (movimento non rappresentato in consiglio comunale) ha deciso di avviare una raccolta di firme per dire no ai rincari. La petizione prenderà avvio sabato mattina, fuori da porta San Tomaso (dalle 9.00 alle 12.30) e proseguirà sabato pomeriggio nel centro storico. La petizione è indirizzata al Presidente del consiglio di amministrazione di Mobilità di Marca Spa Giacomo Colladon, al Sindaco della Città di Treviso Mario Conte e al Presidente della Giunta Regionale del Veneto Luca Zaia.

La petizione proposta da Coalizione civica

Il contenuto della petizione è il seguente: “Abbiamo appreso che Mobilità di Marca applicherà dal prossimo 1° luglio un aumento del costo dei biglietti e degli abbonamenti per studenti e lavoratori che, sostanzialmente, si attesterà intorno al 30% dei valori attuali, sia pure con alcuni correttivi a favore degli utenti. Riteniamo che questo incremento tariffario, pur motivato da un innegabile aumento dei costi del trasporto pubblico sia assolutamente insostenibile, sia per le tasche di studenti e lavoratori che per l’ambiente. Gli utenti del trasporto pubblico che non hanno alternative per le loro esigenze quotidiane di mobilità, infatti, dovrebbero sostenere un incremento di costo pesante per i bilanci delle persone e delle famiglie il cui reddito è già stato falcidiato dall’inflazione, dall’aumento del costo dei generi alimentari e delle bollette energetiche. Altri, invece, troveranno più conveniente l’utilizzo dell’autoveicolo privato con l’aumento che ciò comporta delle emissioni inquinanti nell’aria che respiriamo. Vi chiediamo, quindi, ciascuno per le proprie competenze e responsabilità:

-       DI ANNULLARE IL PREVISTO AUMENTO DEI BIGLIETTI E DEGLI ABBONAMENTI;

-       di individuare a livello regionale e di richiedere al governo nazionale la disponibilità dei fondi necessari per sopperire al mancato incremento tariffario;

-       di stanziare a livello regionale e di richiedere al governo nazionale le risorse necessarie per sostituire i mezzi inquinanti che ancora Mobilità di Marca utilizza con autobus elettrici e a ridotto impatto ambientale.

Vogliamo un trasporto pubblico sostenibile per le tasche dei cittadini e per l’ambiente. Vi ringraziamo per l’attenzione e rimaniamo in attesa di un Vostro cortese riscontro”. La raccolta di firme proseguirà nelle prossime settimane e la petizione verrà quindi inviata al Presidente di Mobilità di Marca, al Sindaco di Treviso e al Presidente della Giunta Regionale perché prendano in considerazione tutte le possibilità di revocare gli incrementi tariffari.

L'assessore Sernagiotto: «Per elementari e medie  nessuna variazione»

«A fronte della rimodulazione delle tariffe degli abbonamenti degli autobus, riteniamo opportuno precisare che per quanto riguarda il trasporto scolastico per le scuole di base (elementari e medie) non ci sarà alcuna variazione». Così l’assessore Politiche Educative, Giovanili e Pubblica Istruzione del Comune di Treviso, Gloria Sernagiotto: «Così come per il servizio mensa, che non vedrà alcun aumento dei costi a carico delle famiglie trevigiane, anche per il trasporto scolastico non ci saranno variazioni. La giunta Conte vuole continuare ad essere vicina alle famiglie. In un momento in cui, purtroppo, l’aumento dei costi costringe ad alcuni sacrifici, manterremo invariati servizi e tariffe».   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento di biglietti e abbonamenti Mom, parte una raccolta di firme

TrevisoToday è in caricamento