menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Al centro il comandante provinciale Gaetano Vitucci

Al centro il comandante provinciale Gaetano Vitucci

I siti patrimonio dell'Unesco nel calendario dell'Arma 2019

Un oggetto divenuto ormai un cult: diffuso in un milione e mezzo di copie, venne pubblicato per la prima volta nel 1928. Nell'edizione del prossimo anno i 54 luoghi italiani che sono stati nominati patrimonio dell'umanità

Si tratta di un oggetto divenuto ormai un cult per gli italiani, fa bella mostra di sè in uffici, negozi, aziende e abitazioni di privati cittadini: diffuso in un milione e mezzo di copie, venne pubblicato per la prima volta nel 1928 e la sua emissione venne sospesa solamente tra il 1945 ed il 1949, nel secondo dopoguerra, salvo riprendere ininterrottamente dal 1950. Parliamo del calendario storico dell'Arma dei carabinieri. L'edizione del prossimo anno è dedicata ai 54 luoghi italiani che sono stati nominati patrimonio dell'umanità dall'Unesco: il primo sito fu, nel 1979, quello in cui sono state rinvenute le incisioni rupestri in Val Camonica, in provincia di Brescia. Nelle tavole ampio spazio anche ai numerosi siti veneti tra cui le città di Verona, Vicenza, Venezia e Padova oltre alla Dolomiti.

Il calendario storico dell'Arma è stato presentato nella mattinata di oggi, giovedì, presso il comando provinciale dell'Arma di Treviso, in via Cornarotta, dal comandante provinciale Gaetano Vitucci. Oltre al calendario è stata annunciata la pubblicazione dell'agenda storica dell'Arma, dedicata quest'anno al legame tra letteratura e Arma.

e-5

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento