Il Vescovo Tomasi in visita all’Istituto Canossiano di Treviso

È da 177 anni, precisamente l’8 ottobre del 1843, che le Madri Canossiane sono presenti in città con le loro scuole

Il Vescovo incontra insegnanti e studenti

In occasione dell’anniversario della presenza delle Canossiane a Treviso il vescovo Tomasi ha fatto visita alle scuole dell’Istituto Canossiano di Viale Europa. È infatti da 177 anni, precisamente l’8 ottobre del 1843, che le Madri Canossiane sono presenti in città con le loro scuole. Nel rispetto delle misure di sicurezza per il Covid il vescovo ha incontrato una rappresentanza degli alunni e degli insegnanti. Il resto dell’Istituto ha potuto seguire l’incontro in streaming dalle LIM delle classi. 

Dopo l’accoglienza del direttore del plesso Andrea Vitulli ed il saluto del preside De Marchi e del direttore Andrea Michielan il vescovo ha richiamato i concetti dell’enciclica di papa Francesco Laudato si', con un linguaggio ben comprensibile agli studenti: l’importanza di non sprecare, di “cucinare” e “mettere nel piatto” il necessario, per salvaguardare le risorse della natura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il vescovo ha anche spronato i ragazzi e le ragazze continuare a ricordare e pungolare gli adulti e le autorità perché si impegnino nel rispetto dell’ambiente. «Non perdiamo tempo a dire che questo è un momento difficile»: ha detto il vescovo agli studenti, per sensibilizzarli sull’importanza di fare la propria parte per la sicurezza di tutti «mettiamo la mascherina e troviamo nuove modalità per comunicare». Non è stata sicuramente la mascherina che tutti indossavano a frenare l’entusiasmo della visita alla scuola, che è proseguita con un saluto nelle aule della scuola di formazione, dei licei, delle medie e delle elementari, dove i bambini hanno fatto numerose domande, nel modo diretto e spontaneo di cui sono capaci “qual è la tua materia preferita?”, “che macchina hai?”, “ti piace fare il vescovo?”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Zaia, nuova ordinanza per le scuole superiori: «Didattica digitale al 75%»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento