rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Attualità Centro / Piazza dei Signori

Covid, Treviso annulla il Capodanno in piazza

L'aumento dei contagi e le regole sempre più restrittive hanno indotto il sindaco Mario Conte a rinunciare ai festeggiamenti in occasione di San Silvestro. Anche nel resto della Marca fioccano annullamenti di eventi per celebrare l'ingresso nel 2022

La decisione era nell'aria e a breve diventerà ufficiale. Treviso dice addio ai festeggiamenti del Capodanno in piazza, così come avvenuto a fine 2020, a causa del Covid-19. Troppo rischioso immaginare un assembramento come quello che si sarebbe creato con i contagi in costante aumento e misure sempre più restrittive. Sarebbe già stata bocciata l'idea di eventi diffusi in città; troppo difficile evitare che le persone si riuniscano poi, come da tradizione, in piazza dei Signori.

L'annuncio è stato dato ieri dallo stesso sindaco, Mario Conte che ha detto a chiare lettere: «Non ha senso il Capodanno in piazza. Purtroppo i dati ci dicono che come regione stiamo andando verso la zona gialla. Quando la situazione sanitaria impone regole restrittive non credo sia opportuno organizzare qualcosa in piazza che possa creare assembramenti. Si tratta anche di un’investimento economico importante che in questo momento forse è meglio investire per qualcos’altro».

E' molto probabile che la decisione presa dal capoluogo sarà seguita anche dagli altri Comuni della Marca e già in questi giorni stanno fioccando disdette e annullamenti di eventi, con il "giallo" che appare ormai dietro l'angolo. Montebelluna ha già fatto saltare il capodanno in piazza mentre per ora sono confermati tutti gli appuntamenti al coperto. Stessa scelta anche di Pederobba.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Treviso annulla il Capodanno in piazza

TrevisoToday è in caricamento