Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Al vertice dell'Arma di Treviso arriva il colonnello Gianfilippo Magro: «Sarò al servizio della comunità»

Padovano di Camposampiero, 45 anni, sposato e padre di due gemelline, il nuovo comandante provinciale ha salutato la cittadinanza trevigiana. Proviene dal comando provinciale di Vibo Valentia dove ha prestato servizio negli ultimi tre anni

 

Il Colonnello Gianfilippo Magro, neo Comandante Provinciale di Treviso, nella mattinata di sabato ha incontrato a “Palazzo Zuccareda” i rappresentati dell’Informazione. Per il Comandante è stata anche l’occasione di presentarsi ai cittadini della Provincia di Treviso. 45 anni, originario di San Giorgio delle Pertiche in provincia di Padova, sino all’8 settembre ha comandato dal 2016 i Carabinieri della Provincia di Vibo Valentia in Calabria. Prima ha prestato servizio nello Stato Maggiore del Comando Generale nel settore della Dottrina dell’Arma, della Pianificazione Militare e della Cooperazione di Polizia rappresentando l’Arma in diversi consessi dell’Unione Europea, dell’ONU e della NATO.

Da Capitano ha comandato le Compagnie territoriali di Palermo in Sicilia e di Mercato San Severino e il Nucleo Operativo e Radiomobile di Nocera Inferiore in Campania e una Compagnia dell’allora Battaglione Lombardia a Milano. Ha esperienze all’estero nelle missioni di pace in Kosovo, Bosnia e in Iraq. Il Colonnello Magro nell’interloquire con la Stampa ha rappresentato di essere onorato che il Comandante Generale gli abbia affidato questo incarico così prestigioso in una delle Province più belle d’Italia e di essere il responsabile provinciale delle donne e degli uomini dell’Arma che per l’Istituzione costituiscono il patrimonio più prezioso. Il Comandante ha continuato affermando che si metterà sin da subito al servizio della cittadinanza della Provincia, al fianco degli altri attori istituzionali. Inoltre, il Comandante Provinciale ha sottolineato di aver constatato in questi primi giorni di comando come il legame tra i Carabinieri di Treviso e la cittadinanza sia molto forte e che donne e uomini dell’Arma siano una realtà apprezzata dalle Istituzioni e dalla popolazione per la loro presenza qualificata sul territorio e per la loro disponibilità nei riguardi della cittadinanza.

La Provincia di Treviso, ciascuna area con le sue peculiarità e le sue esigenze, è un territorio di eccellenza da tutelare da ogni pericolo criminale e che richiede pertanto grande attenzione, assicurata dal patrimonio di conoscenza e di attività espresso dal sistema di presidio dell’Arma, costituito da Stazioni, Tenenze e Compagnie in cui i Carabinieri non solo prestano servizio nelle varie località ma vi vivono cogliendo pertanto le dinamiche sociali e le esigenze di sicurezza dei cittadini. Un impegno inteso a cui è connesso anche un rischio elevato per i militari. Infatti, il Colonnello Magro ha voluto ricordare i Carabinieri che anche nella Provincia di Treviso sono rimasti contusi e feriti nello svolgimento del servizio nell’anno in corso, rappresentando come questi episodi non siano delle sfortunate fatalità ma fatti che mettono in evidenza il coraggio dei militari che intervengono in situazioni di rischio e di pericolo mettendo a repentaglio la propria incolumità per tutelare l’integrità fisica dei loro concittadini e soddisfare i bisogni di sicurezza.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento