rotate-mobile
Attualità

Carnevale nel week end, in 28mila agli appuntamenti del week end

Grande cornice di pubblico per le sfilate dei carri allegorici a San Vendemiano, Zero Branco, Santa Lucia di Piave, Sernaglia della Battaglia e Villorba, mentre a Breda di Piave è stata molto apprezzato lo spettacolo dedicato ai più piccoli

Carnevale grandi numeri. Ben 25 mila persone hanno fatto da cornice, secondo le stime degli organizzatori, al quarto weekend della rassegna promossa dall’Associazione Carnevali di Marca. Carri allegorici, maschere, coriandoli e stelle filanti hanno animato, tra sabato 11 e domenica 12 febbraio, le strade e le piazze del centro di San Vendemiano (7.000 presenze), Zero Branco (5.000), Santa Lucia di Piave (3.000), Sernaglia della Battaglia (5.000) e Villorba (8.000), mentre a Breda di Piave è stato particolarmente apprezzato uno spettacolo per famiglie che ha coinvolto alcune centinaia di bambini. Grandi numeri sicuramente favoriti dal fine settimana di bel tempo, ma che testimoniano anche una diffusa voglia di tornare a celebrare, in grande stile, la festa più colorata e divertente dell’anno.     

A San Vendemiano, sabato 11 febbraio, con speaker Roberto Biz, la sfilata dei carri mascherati si è sviluppata in gran parte lungo via De Gasperi. Hanno aperto la passerella la scuola danza Frenesy e il Pedibus San Vendemiano (“L’Acqua è vita”). A seguire, il Gruppo SanVeCarri (“Le avventure di Pinocchio”), il Carro Parrocchiale di Nervesa della Battaglia (“Il ritorno di Re Carnevale”), il Comitato Festeggiamenti Sernaglia (“Per me amaro”), il gruppo Osteria n.1000 Jesolo (“Gli dei dell’Olimpo”), gruppo Parrocchia CER Soligo (“The Looney Tunes”), il gruppo Coriandolando per Pieve di Soligo (“Gli Aristomatti”), il gruppo Amici di Chions (“Supermario”), il Gruppo Dal Santo di Prata di Pordenone (“The Fabulous 50’s”), il gruppo Amici di Quarto d’Altino (“L’unione fa la forza”) e il Gruppo Fon Fierun di Corbanese (“In viaggio della regina”). Al termine della sfilata, due carri hanno reso visita agli ospiti della casa di riposo “Papa Luciani”.

Zero Branco

A Zero Branco, sabato 11 febbraio, con speaker Silvia Sartorel, la sfilata – organizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale e i commercianti – è scattata dalla Pasticceria Eros per giungere alla piazza del municipio, dove i bambini, in attesa dell’arrivo dei carri, si sono divertiti con lo spettacolo del gruppo clown Gino e Max. La sfilata è stata aperta dalla banda musicale Luise & Scattolin. A seguire, il gruppo L’oroscopando (“L’oroscopando in bicicletta”), il carro Scuola Manzoni di Cappella di Scorzè (“Una scuola tra le nuvole”), il carro Gruppo Simpatia Musestre (“America di Trump”), il carro “Pochi ma boni” Trevignano (“I venessiani in gondoea”),  l’Associazione Festeggiamenti Ciano del Montello (“I Saperas”), il carro Contrada Santa Lucia Castagnole (“Candy Landia”), il carro L’allegra compagnia Porcellengo (“Medusa”), il carro Pro Loco di Sant’Angelo di Treviso (“Re Leone”), il carro Amici del Carnevale Roncade (“Nettuno il dio del mare”) e il carro APS Fuori Giri Losson (“I pirati”).

A Santa Lucia di Piave, sabato 11 febbraio, con organizzazione della Pro Loco e speaker Camilla Zanchetta, suggestiva sfilata in notturna per applaudire il carro del Comitato Festeggiamenti Sernaglia (“Per me amaro”), il Gruppo Fon Fierun di Corbanese (“Viaggio della regina”), il gruppo Osteria n.1000 Jesolo (“Gli dei dell’Olimpo”), il gruppo l’Allegra Comitiva Bidasio (“Pirati per caso”), il Gruppo dell’Allegria di Maserada sul Piave “Ricominciamo dalle favole”), il Gruppo Amici di Quarto d’Altino (“L’unione fa la forza”), il Gruppo Carro Amici di Susegana (“Far West”), il gruppo Parrocchia CER Soligo (“The Looney Tunes”). E’ stata la seconda sfilata in notturna del 2023 di Carnevali di Marca, dopo quella del 28 gennaio a Nervesa della Battaglia. Ancora un grande successo.  

A Breda di Piave, domenica 12 febbraio, la grande novità di un Carnevale che è diventato spettacolo per famiglie. Il parco di Villa Olivi, nel pomeriggio, ha ospitato spettacoli teatrali, giocolieri, maghi e bolle giganti. Una festa dedicata soprattutto ai più piccoli, con un'unica parola d’ordine: divertimento. 

A Sernaglia della Battaglia, domenica 12 febbraio, con organizzazione della Pro Loco e speaker Roberto Biz, è andata in scena una delle sfilate di carri allegorici di maggior tradizione. Il Carnevale di Sernaglia è giunto infatti alla 74^ edizione, essendo nato nella seconda metà degli anni ’40 del secolo scorso come momento di vicinanza agli emigranti stagionali che lasciavano le terre d’origine per cercare fortuna all’estero. Il pomeriggio è stato aperto dalla Banda di Moriago. In passerella, il carro del Comitato Carnevale Selva (“Il risveglio del Faraone”), il Comitato Festeggiamenti San Rocco (“Sonic”), il Gruppo SanVeCarri (“Le avventure di Pinocchio”), il gruppo l’Allegra Comitiva Bidasio (“Pirati per caso”), il Gruppo Fon Fierun di Corbanese (“Viaggio della regina”), il gruppo Parrocchia CER Soligo (“The Looney Tunes”), il Carro Parrocchiale di Nervesa della Battaglia (“Il ritorno di Re Carnevale”), il gruppo Coriandolando per Pieve di Soligo (“Gli Aristomatti”), il Gruppo Festeggiamenti Sernaglia (“Totò e lu caffè”) e il Gruppo Alpini-Scuola Materna Sernaglia (“Acqua”). E’ sfilata anche una copia della “nave corsara”, il primo carro allegorico realizzato a Sernaglia (era il 1946) con i residui bellici lasciati dai tedeschi in fuga lungo le rive del Piave.   

Breda di Piave

A Villorba, domenica 12 febbraio, con speaker Federico Campodall’Orto, la sfilata dei carri allegorici è partita nel pomeriggio da Largo Molino a Fontane, nei pressi della chiesa vecchia. Il corteo è poi transitato per il centro di Fontane e arrivato in Piazza Aldo Moro a Carità di Villorba. La sfilata è stata aperta dalla Banda Comunale “Albino Gagno”, fondata nel 1948, la più longeva associazione villorbese. A seguire, le Majorettes Onda Azzurra di Jesolo, la scuola dell’infanzia “Maria Immacolata” e l’asilo nido “La Chiocciola” e la Scuola Danza ASD Ardor. Poi il carro L’Allegra Compagnia di Porcellengo (tema: “Medusa”), il carro Carnevale di Eraclea (“Il circo di Madagascar”), il carro Pro Loco di Sant’Angelo di Treviso (“Re Leone”), il carro Noi di Sala (“Nel blu dipinto di blu”), il gruppo Carnevale Insieme Falzè-Signoressa (“Madre Natura”), il carro Parrocchiale Bocca di Strada e Santa Maria (“Giulio Cesare e i Romani”), il carro I sempre quei (“Il turbo acquario”), il carro APS Fuori Giri Losson (“I pirati”), il carro Giovani San Giuseppe (“Paciocconi del Far West”). 

Tutti gli aggiornamenti sull’andamento delle sfilate dei Carnevali di Marca sono disponibili sul sito www.carnevalidimarca.it e sui canali social dell’associazione.

Mercoledì 15 febbraio, alle ore 12, nella sala affreschi di Palazzo Rinaldi a Treviso, la conferenza stampa di presentazione del Carnevale Trevigiano con gli eventi previsti in città il prossimo weekend (sabato 18 e domenica 19 febbraio) e la grande sfilata dei carri allegorici del martedì grasso.

Sernaglia, la nave corsara

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carnevale nel week end, in 28mila agli appuntamenti del week end

TrevisoToday è in caricamento