rotate-mobile

Carnevale 2023, attese 120mila persone. L'idea: una "Fontana delle Tette" in testa al corteo

Dopo quattro anni torna in centro storico la sfilata del martedì grasso: 19 tra carri e gruppi in corteo da Piazzale Burchiellati a Piazza Duomo, con le Mura a fare da tribuna naturale. Sabato e domenica spettacoli con artisti di strada e trampolieri alla Loggia dei Cavalieri, in Piazza dei Signori e in Piazzetta Aldo Moro. Una task force delle forze dell'ordine

La magia della festa più pazza e divertente dell’anno è pronta a colorare gli ultimi giorni del Carnevale trevigiano, presentato ufficialmente questa mattina a Palazzo Rinaldi, a Treviso. A distanza di quattro anni dall’ultima volta, il capoluogo della Marca si prepara ad accogliere il corteo dei carri allegorici che, nel giorno di martedì grasso, tornerà ad attraversare strade e piazze del centro storico.

«Dov’eravamo rimasti? All’annullamento della sfilata dei carri, dopo mille tentennamenti, alla vigilia del martedì grasso del 2020 – commenta il sindaco di Treviso, Mario Conte -. L’auspicio è che questo Carnevale sia la festa del ritorno alla normalità. Sarà l’occasione per festeggiare la fine di tre anni folli che ci siamo lasciati alle spalle. Che tornino le mascherine, non davanti alla bocca ma sugli occhi. Mi è venuta un’idea: la Fontana delle Tette fu realizzata per chiudere un periodo di carestia. Ecco, portiamo la Fontana delle Tette, rivisitata dai nostri Alpini, in testa al corteo. Loro sono disponibili, vedremo se si potrà fare. Il Carnevale di Treviso sarà una grande festa di comunità e voglio che tutti ne siano coinvolti: prendete un giorno di ferie e venite ad applaudire i carri. Mi aspetto 100-120 mila persone, l’effetto ripartenza sarà prepotente».         

L’ultima sfilata di Carnevale era andata in scena a Treviso, con una grande cornice di pubblico, il 5 marzo 2019. Una data ormai lontana, che spiega l’attesa per il ritorno dei giganti di cartapesta nel cuore della città. Il corteo di Carnevale coinvolgerà complessivamente 19 tra carri allegorici e gruppi. Spiccano due carri realizzati nel territorio comunale di Treviso, quello della Pro Loco di Sant’Angelo e quello del Gruppo Giovani di San Giuseppe. Mentre la sfilata sarà aperta dal Gruppo Folkloristico trevigiano con il tradizionale Re Carnevale.   

La passerella dei carri allegorici partirà da Piazzale Burchiellati alle 14.30. Le Mura costituiranno la lunga tribuna naturale che accompagnerà i carri sino all’ingresso in Borgo Cavour. Da qui il corteo si dirigerà in via Canova, per andare a concludersi in Piazza Duomo dopo un tragitto di paio di chilometri che promettono di diventare un inno alla fantasia. Un tripudio di musica e maschere, coriandoli e stelle filanti. 

La giuria di qualità, chiamata ad eleggere il miglior carro, avrà una prima postazione lungo le mura, dove la voce dello speaker sarà quella di Paolo Mutton. Un secondo palco, in Piazza Duomo, con speaker Mattia Casarin, è invece destinato ad accogliere le premiazioni finali.  

Il miglior carro sarà premiato con un trofeo in cristallo inciso dal maestro d’arte Marco Varisco, presidente di una giuria di qualità che sarà composta da registi, scultori, artisti di vario genere. A loro il compito di giudicare le coreografie, l’armonia del gruppo e il carro nella sua fattura. 

Tra i protagonisti del Carnevale 2023 anche gli ospiti delle strutture Israa: grazie infatti alla disponibilità del presidente Mauro Michelon e degli operatori, più di cento anziani delle case di riposo potranno godersi lo spettacolo del Carnevale da un palco posizionato in Piazzale Burchiellati.

Se il martedì grasso è il momento conclusivo e più atteso del Carnevale trevigiano, l’atmosfera di festa invaderà la città già dal fine settimana: sabato 18 e domenica 19 febbraio una lunga serie di appuntamenti si svilupperà infatti in centro storico, tra la Loggia dei Cavalieri, Piazza dei Signori e Piazzetta Aldo Moro.

I nomi delle attrazioni sono già un programma: il Tongo Show, la Danza Aerea, i Bebidens, il Candy Circus, le Stelle di Segatura, i Dinosauri Giganti con il loro personale animatore e molte altre sorprese, artisti di strada, trampolieri e non solo. Il tutto, grazie al coinvolgimento della Compagnia Teatrale Barbamoccolo e della Compagnia Lex Serafo. 

La sfilata dei carri allegorici sarà trasmessa in diretta su Antenna Tre. L’associazione Carnevali di Marca, presieduta da Redo Bezzo, è al lavoro da tempo con la collaborazione degli uffici comunali e della Polizia Locale di Treviso, per realizzare un evento che promette emozioni e divertimento per grandi e piccoli. Per Carnevali di Marca sarà anche il momento conclusivo di un’edizione 2023 che, attraverso 21 sfilate in altrettanti Comuni e sette eventi per famiglie, coinvolgerà, nel complesso, novanta tra carri allegorici e gruppi mascherati e 8.500 figuranti.

Grandi numeri per un evento unico nel suo genere, come ha sottolineato il presidente dell’associazione Carnevali di Marca, Redo Bezzo, accompagnato dal vicepresidente Nicola Arrigoni e dai consiglieri Silvano De Ruos e Silvia Sartorel: «Il Carnevale a Treviso è una grande emozione: torna finalmente la sfilata dei carri, dopo l’edizione statica del 2022. Siamo orgogliosi che l’amministrazione comunale di Treviso abbia scelto ancora una volta Carnevali di Marca per l’organizzazione dell’evento. L’obiettivo dell’associazione è il coinvolgimento del maggior numero possibile di Comuni e cittadini, compatibilmente con la breve durata del periodo carnevalesco. Il sostegno finanziario dei Comuni, la sensibilità della Regione del Veneto, la collaborazione con le Pro Loco e l’aiuto di sponsor privati hanno permesso anche quest’anno la realizzazione spettacoli inediti e ricchi di idee, con una folta partecipazione di gruppi, associazioni, scuole e parrocchie».

La festa non finirà con il martedì grasso, perché anche quest’anno, a metà Quaresima, ci sarà l’ultimo atto dei Carnevali di Marca con il Galà di chiusura che sabato 25 marzo all’oratorio “Giovanni Paolo II” di San Vendemiano ospiterà anche l’estrazione dei biglietti della tradizionale Lotteria di beneficenza. Durante le sfilate è possibile acquistare i biglietti della lotteria al costo di 2,50 euro, sperando in un’estrazione fortunata (il montepremi complessivo è di ben 25 mila euro, il primo premio sarà una Nuova Opel Corsa 5 porte a km 0 messa a disposizione da Sarlo Group) e sapendo che comunque, per ogni biglietto venduto, 5 centesimi saranno devoluti a tre associazioni del territorio impegnate in attività sociali, segnalate dai Comuni coinvolti nella manifestazione.

VIABILITA' - Per quanto riguarda il weekend di Carnevale, sabato 18 e domenica 19 febbraio,  sono consigliati i seguenti parcheggi: Cittadella delle Istituzioni (1280 stalli, 10 minuti a piedi dal centro storico), via Lanceri di Novara (300 stalli, 5 minuti), Park Pattinodromo, 380 stalli, 2 minuti), Lungo Mura Porta S. Tomaso (100 stalli, 2 minuti), Park Foro Boario (800 stalli, 8 minuti), Park Dal Negro (550 stalli 2 minuti), Cavalcavia stazione (60 stalli, 5 minuti), Metropark Stazione (400 stalli, 5 minuti) , Miani Park (400 stalli, 8 minuti), Condominio Appiani (100 stalli, 10 minuti). Martedì 21 febbraio, giorno della sfilata dei carri, ci saranno alcune modifiche della viabilità. Non si potrà parcheggiare dalle ore 11 del 21 febbraio fino alle ore 12 del 22 febbraio su viale Burchiellati, viale Frà Giocondo e viale D’Alviano. Il divieto di sosta con rimozione coatta è previsto dalle ore 11 alle ore 18 del 21 febbraio su viale F.lli Cairoli (esterno mura tratto tra San Tomaso e varco Manzoni), viale III Armata, Borgo Cavalli, piazza Matteotti, Borgo Mazzini, piazzale Burchiellati, via Mura San Teonisto, Borgo Cavour, via Caccianiga, via Canova, viale C. Battisti, via Fabio Filzi, (tratto tra via Cesare Battisti e via San Nicolò), via Achille Papa, via San Nicolo (stalli tra via Filzi e via Battisti); dalle ore 7 alle ore 20 su piazza Duomo (intera area) per l’allestimento del palco e su via Castello d’Amore, nell’area park di fronte al centro anziani (intera area), quest’ultima zona di ammassamento dei carri. Il divieto di circolazione riguarderà - dalle ore 13 e fino a cessate esigenze - Borgo Cavalli, piazza Matteotti, Borgo Mazzini, piazzale e viale Burchiellati, viale Frà Giocondo, viale D’Alviano, Borgo Cavour, via Canova, piazza Duomo, viale C. Battisti e tutte le vie afferenti al percorso della sfilata.

SICUREZZA Oltre ad un centinaio di volontari, molti dei quali della protezione civile, saranno coinvolti 50 agenti della polizia localee, coordinati dalla veterana Giuliana Dal Pozzo, 15 operatori del Suem 118 con quattro ambulanze e un'automedica, tre mezzi dei vigili del fuoco e 25 tra carabinieri, poliziotti e finanzieri. Oggi si è tenuto un vertice in Prefettura per mettere a punto la task force del Carnevale 2023 mentre venerdì un nuovo tavolo si riunirà in Questura a Treviso.

Video popolari

TrevisoToday è in caricamento