rotate-mobile
Attualità Centro / Piazza Borsa

Centenario Alpini Treviso, il sindaco: «È stata la festa di tutti i trevigiani»

Domenica 31 ottobre, in Piazza Borsa, la cerimonia di chiusura con l’inaugurazione della stele in ricordo della prima sede della Sezione Ana di Treviso. Mario Conte commosso: «Fatico a trattenere l'emozione»

Si sono chiuse nel pomeriggio di domenica 31 ottobre, in Piazza Borsa, le celebrazioni per il Centenario della sezione Ana di Treviso. Una due giorni di eventi che ha portato in città migliaia di persone e Penne nere da tutta la Marca.

La cerimonia di chiusura

Dopo la grande sfilata di domenica mattina, la messa solenne in Duomo e l'alzabandiera in Piazza Vittoria, nel pomeriggio Piazza Borsa ha ospitato la cerimonia di chiusura del Centenario, con l’inaugurazione della stele in ricordo della prima sede della Sezione Ana di Treviso. Migliaia le persone presenti in una piazza stracolma. Il sindaco Mario Conte ha preso la parola visibilmente emozionato: «Ci sono stati momenti in cui ho fatto fatica a trattenere l’emozione - ha esordito nel suo bilancio - La presenza di migliaia di Alpini, della signora Imelda Reginato, moglie di Enrico, medaglia d’oro al Valore militare e Totila d’Oro della città di Treviso, che con i suoi occhi riusciva a comunicare la felicità nel vedere tutte quelle Penne Nere, le stesse per le quali il marito ha prestato servizio, con amore e passione infiniti. La fanfara, il picchetto, i labari, la vicinanza del Vescovo Michele sono dettagli significativi, forti, determinanti, incisivi. Mi sono commosso sabato sera, ascoltando i cori in città e cantando con loro in Piazza Borsa. Ho provato orgoglio nel marciare con i miei colleghi, amici sindaci e amministratori e con gli Alpini, accompagnato dal calore, dalla gioia e dalla vicinanza della comunità trevigiana. Porterò sempre con me la voglia di stare insieme, i momenti conviviali, la luce che Treviso emanava ieri sera e questa mattina. Era la festa del Centenario della Sezione Ana ma è stata anche la festa di tutti i trevigiani che vogliono andare avanti, ritrovare e ritrovarsi, cantare, celebrare, onorare e ricordare. Ringrazio tutti i cittadini che, anche solo con un applauso, hanno voluto dare il proprio sostegno alle cerimonie. Gli Alpini ci hanno insegnato, ancora una volta, che uniti non solo si vince, ma si può partire, RI-partire e guardare avanti». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centenario Alpini Treviso, il sindaco: «È stata la festa di tutti i trevigiani»

TrevisoToday è in caricamento