menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede della Cgil di Treviso

La sede della Cgil di Treviso

Caaf Cgil: oltre 72mila modelli presentati per le dichiarazioni dei redditi nella Marca

Il bilancio annuale delle prestazioni di assistenza fiscale erogate dal sindacato

Nel 2019 sono state 72.041 le pratiche evase dal CAAF CGIL nella Marca per le Dichiarazioni dei Redditi, tra modelli 730 e Unico. Il CAAF CGIL illustra, dati alla mano, le attività dell’anno 2019. Tanti i servizi erogati dal Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale della Camera del Lavoro Territoriale di Treviso nelle 17 sedi della provincia. Oltre all’assistenza per la presentazione della Dichiarazione dei Redditi, i servizi per le richieste di ISEE, Reddito di Cittadinanza, assegno maternità, bonus utenze domestiche e delle diverse prestazioni sociali destinate a pensionati, minori con invalidità e famiglie numerose, così come l’espletamento delle pratiche per il corretto pagamento delle imposte locali sugli immobili.

Volendo tracciare una mappa dell’assistenza fiscale prestata nel 2019, per numero complessivo di modelli 730 e Unico, con un totale di 9.668 pratiche evase, si trova prima di tutti l’area del capoluogo della Marca, seguito da quella di Conegliano con 7.581 dichiarazioni, di Montebelluna con 6.673 modelli e di Vittorio Veneto, città nella quale la sede del CAAF CGIL Treviso ha elaborato 6.371 dichiarazioni. Treviso raccoglie anche il maggior numero di Dichiarazioni Sostitutive Uniche (DSU), necessarie a ottenere l’ISEE, con 3.430 pratiche, e di richieste volte a conseguire il Reddito di Cittadinanza (750), gli assegni per il nucleo familiare numeroso (168), di maternità (61) e i bonus sociali su bolletta elettrica (871), forniture di gas (790), e acqua (311).

Diversa la geografia per le dichiarazioni RED, presentate dai pensionati che usufruiscono di prestazioni collegate al reddito. Se a Treviso sono state elaborate 519 pratiche, a distinguersi è la sede di Vittorio Veneto con 579, seguita da quella di un altro importante centro dell’Alta Marca, Montebelluna, con 562 dichiarazioni della situazione reddituale. Medesimo il quadro sui dati relativi ai servizi erogati per il calcolo degli importi e la compilazione dei modelli di versamento delle imposte municipali sugli immobili (Imu e Tasi). Anche i due territori pedemontani registrano numeri rilevanti, nel vittoriese 2.759 prestazioni, e nel montebellunese, dove in convenzione con le Amministrazioni comunali locali, il CAAF CGIL ha gestito 1.315 pratiche, mentre Treviso 1.135 prestazioni. Simile, ma con le prime due piazze invertite, la situazione che emerge dall’analisi dei numeri relativi ai modelli ICRIC, che riguardano gli invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento o di frequenza. In questo caso, è infatti Montebelluna ad aver elaborato il maggior numero di modelli (77), seguita da Vittorio Veneto (68) e Treviso (64).

Interessante, inoltre, la comparazione delle cifre pertinenti a richieste di Reddito di Cittadinanza e bonus nazionali per le utenze. Qui la mappatura vede, dopo il capoluogo, le sedi del CAAF CGIL di Conegliano, Castelfranco Veneto, e Onè di Fonte. Se a Conegliano sono state 299 le pratiche gestite per ottenere il Reddito di Cittadinanza, i servizi erogati nel 2019 per i bonus elettricità, gas e acqua si attestano in totale a 671. Segue Castelfranco Veneto, con 292 richieste di Reddito di Cittadinanza e 862 prestazioni per le utenze agevolate, mentre al CAAF CGIL di Onè di Fonte – sede di riferimento per il territorio asolano – si registrano 256 istanze di Reddito di Cittadinanza e un totale di ben 1.058 pratiche per gli sconti sulle bollette di casa.

Infine, a conferma dei dati già rilasciati dal Centro Autorizzato di Assistenza Fiscale di Treviso sulle spese portate in detrazione per l’anno d’imposta 2018, i servizi prestati per colf e badanti: sono solamente 522 i contratti attivi al 31 gennaio 2019 nella Marca. Una mappa punteggiata da specificità diverse: è questo il quadro delineato dal bilancio dei servizi erogati dal CAAF CGIL nella Marca nel 2019.

«Dati che ci raccontano di un territorio abitato da soggetti e fasce di popolazione con esigenze diversificate che, dalla città di Treviso e fino ai centri più piccoli e lontani dal capoluogo, si rivolgono a noi per un’assistenza fiscale completa -afferma Monica Giomo, Amministratrice Delegata del CAAF CGIL di Treviso- Una conferma, questa, della competenza e della professionalità del nostro staff in un campo, quello fiscale e delle prestazioni sociali, che richiede un aggiornamento costante, grande accuratezza e sensibilità. Un risultato che siamo certi sarà confermato nell’anno in corso. Infatti, in vista della prossima campagna per la presentazione della Dichiarazione dei Redditi i nostri operatori sono già pronti a fornire tutte le informazioni necessarie».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento