Treviso eletta "Città europea dello sport 2022"

La Commissione di Aces Europe si è pronunciata sulla candidatura. Soddisfazione ed entusiasmo da parte del sindaco Mario Conte: «Una notizia che ci riempie di orgoglio»

La presentazione del progetto Treviso città europea dello sport

Treviso è stata eletta Città Europea dello Sport 2022. La Commissione di Aces Europe si è infatti pronunciata inviando una comunicazione al sindaco Mario Conte: «Treviso rappresenta un buon esempio di sport per tutti come strumento di integrazione, educazione, salute e rispetto che rappresentano i valori e gli obiettivi da perseguire di Aces Europe - si legge nella lettera di conferimento del titolo a firma del Presidente di Aces Europe Gian Francesco Lupattelli - La città di Treviso ha sviluppato una politica sportiva esemplare con strutture di eccellenza, programmi e attività». Una rappresentanza del Comune è stata invitata a ritirare l’attestato riconoscimento agli “Aces Europe Awards”, che si terranno il 9 novembre, a Roma, nel Salone d’onore del Coni. 

«Una splendida notizia che ci riempie d’orgoglio - il commento del sindaco Mario Conte - Siamo felici che i commissari di Aces Europe abbiano valutato positivamente la nostra candidatura che certifica non solo la qualità delle strutture sportive trevigiane ma anche che le progettualità sviluppate dall'amministrazione sono di ottimo livello. Un plauso va anche a tutti gli sportivi che hanno conseguito risultati importanti in tantissime discipline, alle nostre società e all’esercito di volontari che, ogni giorno, nonostante le difficoltà del momento, si impegnano per la formazione dei ragazzi».

Il commento di Zaia

«Questo riconoscimento è un’ulteriore gemma che premia la nostra terra, è l’ennesima medaglia sul petto della regione più sportiva d’Italia. Mi congratulo con tutta l’amministrazione comunale e i cittadini che hanno lavorato per questo prestigioso traguardo». Luca Zaia si congratula usando queste parole per il conferimento a Treviso del titolo di “Città europea dello sport 2022”.

«Treviso merita l’ambito titolo per la sua tradizione sportiva ad alto livello che storicamente la ha sempre contraddistinta come città e come territorio nelle più varie discipline – prosegue il Governatore - Un riconoscimento che, pochi giorni fa, ha avuto come auspicio il passaggio della grande carovana rosa del Giro, manifestazione che nella Marca ha ormai uno dei suoi riferimenti più importanti. Il titolo ottenuto - conclude Zaia - è un successo del mondo sportivo trevigiano ma è anche l’ennesima affermazione che conferma la grande considerazione internazionale di cui gode il Veneto. Insieme all’assegnazione dei Mondiali di Sci 2021, delle Olimpiadi Invernali 2026, del riconoscimento delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene come Patrimonio dell’Umanità Unesco, e la nomina di Padova a città europea del Volontariato, infatti, forma una recente catena di successi positivi che è nostra intenzione proseguire».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento