Attualità Centro

A Treviso nasce la "City Card", il nuovo ticket unico pensato per i turisti

L'iniziativa offrirà un accesso agevolato ai diversi musei cittadini, oltre a scontistiche sui trasporti, i parcheggi, la ristorazione e la vendita al dettaglio

Il sindaco Conte e l'assessore Colonna Preti in conferenza stampa

È stato presentato mercoledì mattina a Cà Sugana il primo step del progetto “City Card” nell’ambito del piano strategico e operativo per la valorizzazione dei siti d’interesse turistico-culturale della città di Treviso, attraverso il quale l’Amministrazione intende avviare un processo condiviso di promozione dell’offerta culturale e turistica della città. Partendo dagli istituti culturali, il progetto coinvolge infatti i servizi e il tessuto economico e dell’accoglienza cittadina per affrontare come “sistema Treviso” le nuove sfide. A sviluppare il Piano con il Comune di Treviso sarà la società aggiudicataria del bando pubblico, la Sinloc Spa di Padova, specializzata in consulenza e investimento.

Il progetto verrà portato a compimento verso il prossimo autunno agendo su vari fronti, fra i quali il rafforzamento del brand di Treviso come “destinazione”, l'attrattività per visitatori e turisti, la diffusione della storia e dell’arte, il miglioramento della fruibilità del patrimonio e l’integrazione dell’offerta culturale con l’intero sistema cittadino fra servizi turistici, enogastronomia e artigianato. Servizio cardine del progetto sarà la predisposizione di una “Treviso City Card” che offrirà un accesso agevolato ai diversi musei cittadini, oltre a scontistiche sui trasporti, i parcheggi, la ristorazione e la vendita al dettaglio.

«Si tratta di un piano ambizioso che prende le mosse dagli istituti della cultura - dichiara il sindaco Mario Conte - Ma soprattutto, con questo piano vogliamo attuare il concetto di turismo esperienziale di qualità, sostenibile e rispettoso delle peculiarità cittadine. Solo attraverso la programmazione, ad un piano “sartoriale” e facendo rete con operatori culturali e commerciali, anche attraverso operazioni congiunte, sarà possibile dare uno slancio ulteriore al turismo e al tessuto economico. In questo senso andrà anche e soprattutto il ticket unico, un pass cittadino che permetterà di accedere a numerose facilitazioni. L'idea di base è che il cittadino o il turista che arriva a Treviso in treno, in bici, in autobus o in aereo, possa godere di una serie di vantaggi per vivere Treviso non come una semplice visita o gita bensì come una vera e propria esperienza. La "City Card" sarà quindi la carta della trevigianità!».

«Con oggi parte la possibilità di avere un grande tavolo allargato alle categorie per condividere questo importante percorso relativo al ticket unico le cui potenzialità sono molteplici - afferma invece il vicesindaco Andrea De Checchi - Avremo modo di condividere con tutti i soggetti di settore per capire al meglio quali integrazioni potranno essere apportate per favorire lo sviluppo del tessuto economico della città». Così, infine, l’assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti: «La City Card, in accordo con i portatori di interesse del territorio, permetterà di ottenere vantaggiosi sconti dall’ingresso ai musei, alle attività commerciali, sul trasporto ma anche su pacchetti turistici. Si tratta di un'enorme opportunità per la città che, insieme al nuovo portale dedicato al turismo esperienziale che stiamo programmando e che farà anche da vetrina anche alla City Card e ad un coordinamento con la Regione e le altre istituzioni turistiche del territorio, rappresenta un'enorme opportunità di crescita produttiva. Basti pensare che le città estere che hanno sviluppato progetti simili, hanno visto un incremento anche di oltre il 50% del giro d'affari complessivo generato. Ben vengano, dunque, iniziative trasversali volte ad attuare un piano strutturale e concreto di promozione».

145630508_5197497643656898_2104253543966883922_o-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Treviso nasce la "City Card", il nuovo ticket unico pensato per i turisti

TrevisoToday è in caricamento