rotate-mobile
Attualità

Concessione di palestre e impianti sportivi, meno burocrazia e costi invariati

Il vicesindaco del Comune di Treviso, Andrea De Checchi: «Segnale di vicinanza alle società sportive»

Costi invariati e procedimenti semplificati per la richiesta di concessione d’uso di palestre, palazzetti e impianti a società e associazioni sportive di Treviso. È il provvedimento approvato ieri dalla Giunta comunale, che ha deliberato l’integrazione del disciplinare per sburocratizzare, rendere più efficienti e veloci le procedure di assegnazione, gestione o rinuncia degli impianti della Città. Inoltre, nonostante l’aumento dei costi energetici, di custodia, guardiania e pulizie rapportati al complessivo utilizzo, si è deciso di mantenere invariate le tariffe d’uso rispetto all’ultima modifica risalente agli anni 2015/2016.

«Intendiamo introdurre l’utilizzo di modulistica telematica, così da rendere più semplice e veloce la procedura di richiesta per le società sportive», le parole del vicesindaco di Treviso Andrea De Checchi. «Attraverso l’informatizzazione, non solo sarà possibile gestire con maggiore celerità le istruttorie di assegnazione ma anche gestire i pagamenti con PagoPA». «In più», aggiunge il vicesindaco, «abbiamo voluto mantenere invariati i costi per dare un segnale di vicinanza alle società sportive che quotidianamente svolgono un’attività fondamentale per la formazione e il benessere dei nostri ragazzi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concessione di palestre e impianti sportivi, meno burocrazia e costi invariati

TrevisoToday è in caricamento