rotate-mobile
Attualità

Nuovi progetti per le scuole: legalità, prevenzione e promozione di storia e prodotti locali

Il Comune di Treviso ha dato la possibilità a molte associazioni, cooperative di servizi e operatori del terzo settore di collaborare per offrire ai giovani percorsi formativi, seminari a tema e altre iniziative per la crescita educativa e culturale dei nostri giovani

Questa mattina sono state presentate tutte le attività e i progetti rivolti agli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado in corso o che saranno avviate nelle prossime settimane. Le proposte progettuali, promosse dall’assessorato all’Istruzione del Comune di Treviso, sono molte e variegate nei contenuti e legate alla storia e alle peculiarità e potenzialità del nostro territorio. Il Comune di Treviso ha dato la possibilità a molte associazioni, cooperative di servizi e operatori del terzo settore di collaborare per offrire ai giovani percorsi formativi, seminari a tema e altre iniziative per la crescita educativa e culturale dei nostri giovani.

Ecco la descrizione dei principali progetti

1. Progetto "La Storia di Treviso raccontata dal cibo e dai prodotti del nostro territorio": con questa iniziativa si vuole sensibilizzare i giovani sull'attualità dei mestieri artigiani come possibili sbocchi professionali. Le attività sono rivolte agli studenti delle scuole medie di Treviso e prevedono visite ad aziende artigiane del territorio del settore enogastronomico (salumificio, pasticceria, caseificio); la realizzazione di un libro fotografico riportante immagini, testi ed elaborati delle aziende artigiane visitate; laboratori didattici in classe per la realizzazione di pannelli in ceramica e mosaici destinati ad arricchire, come ogni anno, la meravigliosa galleria d'arte permanente delle opere degli studenti delle scuole medie di Treviso situata nel sottopasso della stazione ferroviaria di Treviso.

2. "Per terra e per mare" è invece una tournée di lezioni spettacolo nelle scuole di Treviso per la conoscenza delle proprie origini attraverso la storia locale. A partire dall’8 novembre, più di 70 classi della scuola primaria  e secondaria di primo grado del Comune di Treviso, partecipano al  progetto  "Per terra e per mare", un'iniziativa didattica proposta dall'Associazione  Art&Care  Treviso in collaborazione con gli esperti di didattica,  storia  e teatro Chiara Franceschini, Edoardo Billato e Catia Dal Molin. Il team di professionisti, per il secondo anno consecutivo, coinvolge i giovani studenti in appassionanti lezioni spettacolo ideate con l'intento di far rivivere a bambini e ragazzi l'emozione del viaggio nelle diverse epoche che  hanno  caratterizzato  la storia locale. Nello specifico i tre percorsi  affrontano  la meraviglia e lo stupore del giovane Marco Polo, che  nel  1200,  insieme  allo padre e allo zio, lasciò l'amata Venezia per viaggiare  lungo  la Via della Seta, alla scoperta del mondo; l'avventura e il  naufragio  del  mercante  veneziano  Pietro  Querini,  che partì per le Fiandre per poi tornare in patria con il famoso bacalà; il viaggio in cerca di fortuna dei veneti alla fine del '800/inizio '900 verso le terre del Sud America, in cerca di fortuna, senza mai dimenticare le tradizioni locali. Tutti i percorsi didattici sono stati ideati tenendo in considerazione le potenzialità degli studenti in relazione alle diverse età e conoscenze.

3 Percorsi formativi per la prevenzione e il contrasto della vendita e cessione di sostanze stupefacenti rivolti agli studenti delle scuole medie e superiori della città, che viene promosso con una serie di incontri tematici dal Progetto Giovani di Treviso.

4. Progetto scuole di cittadinanza attiva e legalità da attuare attraverso laboratori nelle Scuole superiori (licei a altre scuole secondarie di 2^ grado) del territorio cittadino per stimolare i ragazzi sulle tematiche più generalmente ricomprese nei temi della legalità, del rispetto, delle regole e di quanto consegue alla loro violazione. Gli interventi, che entrano a far parte del piano di educazione civica, vengono solitamente distribuiti all'interno dell'anno scolastico    incrociando    la calendarizzazione del singolo istituto con la nostra disponibilità e cercando di garantire, ove possibile, la continuità. L'associazione APF (Avvocati per le Persone e le Famiglie) si occupa da quattro anni di interventi nelle scuole, per stimolare i ragazzi sulle tematiche  più generalmente  ricomprese  nei  temi  della  legalità,  del rispetto,  delle  regole e di quanto consegue alla loro violazione. Si sono ispirati ai laboratori proposti dall'Associazione Valeria che ha sede a Milano e si sono formati allo IUSVE di Venezia. I percorsi formativi di educazione civica saranno realizzati nell'anno scolastico in corso.

5.  Progetto didattico educativo finalizzato al recupero di una cittadinanza attiva e di un legame di giovani e famiglie con il territorio di appartenenza con l’obiettivo di perseguire e rinforzare con i ragazzi gli obiettivi didattici previsti dalla programmazione per la disciplina di Geografia fra i quali, a titolo esemplificativo, orientarsi nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali e progettare percorsi e itinerari di viaggio

«C’è grande soddisfazione per la ricchezza delle proposte che siamo riusciti a raccogliere attraverso l’avviso pubblico», afferma l’assessore all’Istruzione e Partecipazione Silvia Nizzetto. «Attraverso questi progetti, che toccano aspetti molto importanti dalla promozione del territorio si intende far calare i giovani nel contesto del territorio, farne conoscere peculiarità e i valori, oltreché aspetti dalla storia, alle eccellenze partendo sempre dal presupposto della cura, della Città, dei rapporti e della trasmissione dei propri valori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi progetti per le scuole: legalità, prevenzione e promozione di storia e prodotti locali

TrevisoToday è in caricamento