Coronavirus, anche la Diocesi si cautela: «Evitate lo scambio della pace»

Inoltre i parroci dovranno provvedere a far rimuovere l’acqua lustrale delle acquasantiere

Anche la Diocesi prende le sue precauzioni

Anche la Diocesi di Treviso prende alcune importanti precauzioni con il dilagare della psicosi riguardante il coronavirus.

«In queste ore la Regione Veneto -si legge sul sito della Diocesi- sta valutando nuove disposizioni per limitare il contagio del coronavirus che ha colpito persone anche in Veneto. In attesa di ricevere indicazioni precise dagli enti preposti, in via cautelativa, allineandosi a quanto già fatto nelle diocesi lombarde dove ci sono state le prime vittime, e in altre diocesi venete, si chiede nelle celebrazioni di oggi e dei prossimi giorni di:

– evitare il segno dello scambio della pace

– comunicare i fedeli solo in mano e non in bocca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, i parroci provvedano a far rimuovere l’acqua lustrale delle acquasantiere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Mascherina indossata per troppo tempo, studente si sente male

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento