rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022

Liste d'attesa, entro fine 2021 oltre 16mila visite e quasi 6mila operazioni

Il piano di recupero dell'Ulss 2 sarà avviato grazie ad un finanziamento di 5 milioni da parte dalla regione. Saranno sfruttati anche i sabati e le domeniche e saranno utilizzate anche le strutture del San Camillo e della clinica Giovanni XXIII

Entro fine anno l'Ulss 2 tenterà di smaltire, grazie ad un finanziamento regionale da oltre 5 milioni di euro, le lunghe liste d'attesa che si sono ingrossate durante l'ultimo anno e mezzo, a causa della pandemia del Covid-19. Sfruttando anche le giornate di sabato e domenica, oltre a strutture come il San Camillo di Treviso e la clinica Giovanni XXII di Monastier (oltre gli altri accreditati ambulatoriali), dovranno essere programmate e svolte ben 16.571 visite e 5.940 operazioni chirurgiche. Un arretrato che potrà essere smaltito solo grazie al contributo a titolo volontario dei medici che agiranno a regime di libera professione aziendale. Già dalla giornata di domani, 1 ottobre, si partirà. A Treviso sono da calendarizzare (ogni paziente dovrà semplicemente attendere la chiamata del Cup) 1991 visite dermatologiche, 2.198 radiologiche, 1.149 oculistiche, solo per indicare le liste più lunghe. Senza contare la carenza d'organico della pneumologia (574 le visite da pianificare) dove mancano almeno 8-9 medici. Tra le operazioni delle liste d'attesa in arretrato che saranno convogliate ai privati sono quelle che riguardano ortopedia, oculistica, senologia e chirurgia generale.

Video popolari

Liste d'attesa, entro fine 2021 oltre 16mila visite e quasi 6mila operazioni

TrevisoToday è in caricamento