Gogna pubblica per gli ecovandali, verbali affissi sulle bacheche dei condomini

I primi sono comparsi sulla bacheca della Tower House di via Pisa a Treviso ma la campagna di sensibilizzazione proseguirà poi anche negli altri luoghi dove si verificano episodi di abbandono

La bacheca

I verbali dei condòmini che abbandonano illegalmente i propri rifiuti domestici sono stati affissi nelle bacheche delle palazzine dove risiedono i responsabili. Ha preso il via l’iniziativa della polizia locale di Treviso in accordo con gli amministratori condominiali. I primi verbali delle sanzioni sono stati affissi sulla bacheca della Tower House di via Pisa ma la campagna di sensibilizzazione proseguirà poi anche negli altri luoghi dove si verificano episodi di abbandono. «Sono stati cancellati i dati sensibili dei responsabili ma i verbali così appesi vogliono essere un monito per tutti coloro che non vogliono rispettare le regole -spiega il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo-Anche l’amministratore condominiale, nel caso di via Pisa, sta collaborando per sradicare l’abitudine di alcuni residenti di abbandonare i propri rifiuti nell’area ecologica di fronte al grattacielo». «Il nucleo antidegrado del Comando lavora quotidianamente per individuare e sanzionare chi abbandona i rifiuti in città -aggiunge Gallo- Anche negli ultimi due giorni sono stati elevati cinque verbali da 400 euro attraverso il riconoscimento dei responsabili grazie agli occhi elettronici».

Le immagini inchiodano gli ecovandali, puntualmente convocati in Comando per visionare le immagini e ammettere la responsabilità: «C’è chi scende dall’auto e furtivamente abbandona il sacchetto e chi esce da casa poco prima delle 22, pensando che il buio possa aiutarlo nella sua azione illegale e lascia poi cadere il sacchetto. C’è chi addirittura manda avanti un familiare per vedere se ci sono persone, un vero e proprio “palo” che poi fa il segno che la via è libera per abbandonare i sacchetti», chiude il comandante. «Tali condotte avvengono sotto l’occhio delle telecamere che non lasciano spazio a interpretazioni». In settimana arriveranno altre tre telecamere mobili. Insieme al Security Manager, figura istituita dal 1 ottobre all’interno del Comando per incrementare gli standard di sicurezza urbana, si stanno individuando i siti dove installare le tre telecamere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento