rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Attualità

Treviso: educatori di strada e polizia locale contro il degrado

E' partito il progetto nato dall’intesa fra il Comune di Treviso e Nova Facility. Gli operatori aiuteranno direttamente gli agenti impegnati nelle zone “calde” della città

È iniziato oggi, con la prima uscita degli operatori di Nova Facility (società che ha in gestione il centro di accoglienza della ex caserma “Serena”), il servizio degli educatori di strada che si muoveranno nelle zone più “calde” di Treviso con l'obiettivo di favorire comportamenti corretti e insegnare il rispetto del patrimonio pubblico. Gli addetti – che mercoledì scorso hanno svolto pure una giornata di prova - opereranno dal lunedì al sabato dalle 16.30 alle 19 circa e fino al 31 dicembre. A partire da quest’anno, fra l’altro, ci sarà un filo diretto con la Polizia Locale allo scopo di prevenire condotte non conformi al regolamento di polizia urbana e, qualora ce ne fosse bisogno, fungere da ponte nella comunicazione tra le forze dell’ordine e i frequentatori della zona compresa tra la stazione ferroviaria, via Roma, piazza Giustiniani e i giardini di Sant’Andrea.

«Questo progetto nasce da un’intesa con Nova Facility», le parole del sindaco di Treviso Mario Conte. «Gli educatori saranno un valido aiuto per insegnare il rispetto delle regole e la cura delle cose pubbliche. È importante che l’attività venga svolta ogni giorno e non a “spot” come accaduto in passato, quando l’iniziativa sembrava essere più mediatica che efficace. È fondamentale che gli operatori agiscano al servizio della Polizia Locale: il senso civico e la legalità vanno insegnati anche sulla strada».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso: educatori di strada e polizia locale contro il degrado

TrevisoToday è in caricamento