rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Attualità

Altra riconferma in casa Cgil, Veronica Gallina rieletta al vertice della Fillea

Le battaglie della categoria degli Edili, del legno-Arredo e dei Materiali da costruzione della Camera del Lavoro trevigiana: redistribuzione ai lavoratori della ricchezza prodotta dai comparti rappresentati, maggiore sicurezza nei luoghi di lavoro, formazione per uno sviluppo sostenibile rispettoso dell’ambiente e del territorio

Si è celebrato ieri, lunedì 19 dicembre, l’ultimo congresso di categoria dei delegati e delegate dei lavoratori della CGIL trevigiana. Avrà poi luogo giovedì 22 quello dei pensionati. Gli eletti nel corso delle passate settimane alle assemblee di base dei lavoratori edili e del legno si sono radunate in assise e hanno votato, riconfermando al vertice della FILLEA CGIL di Treviso la 43enne Veronica Gallina, già segretario generale da gennaio 2019 e funzionario dal 2013.

La FILLEA, che in provincia di Treviso conta quasi 5.500 iscritti e non ha registrato flessioni dal 2018 a oggi, è tra le più importanti sigle degli attivi. Con un altissimo grado di addensamento d’adesione nel capoluogo della Marca, che supera i 3.300 tesserati, è una categoria prevalentemente maschile, ben il 92% degli iscritti sono uomini.

«Rappresentiamo lavoratori e lavoratrici di comparti che negli ultimi vent’anni hanno visto alternarsi fasi espansive e di crisi - ha affermato il segretario generale Veronica Gallina -. Lavoratori che nella nostra provincia sono una nutrita comunità produttiva e che chiedono, non solo attraverso la corretta applicazione dei contratti collettivi nazionali ma anche attraverso la contrattazione decentrata a opera del Sindacato, forme di redistribuzione della ricchezza realizzata dalle imprese del territorio e maggiori tutele in materia di sicurezza nei posti di lavoro. Per questo ci auguriamo che la congiuntura di crescita dettata dagli andamenti positivi dei nostri settori negli ultimi anni, incentivata anche con dai bonus governativi, e le risorse del PNRR portino con sé risposta a tali fondamentali istanze».

«La FILLEA CGIL, insieme a tutte le parti sociali e datoriali dell’edilizia, è impegnata insieme alle Rsu sul fronte della contrattazione per un lavoro di qualità tanto quanto nella formazione, che nel trevigiano è un’eccellenza - ha sottolineato Veronica Gallina -. Ora bisogna puntare su una crescita di competenze e abilità professionali che abbracci sempre più il rispetto dell’ambiente e la tutela della salute per gettare le basi di uno sviluppo sostenibile a impatto zero. Una responsabilità che ci assumiamo come Sindacato e alla quale richiamiamo anche le nostre contro parti e le Istituzioni locali».

Veronica Gallina

«Una responsabilità che è di natura sociale e che, lo rileviamo costantemente, va a braccetto con l’onestà delle imprese e la valorizzazione del lavoro - aggiunge il Segretario generale FILLEA CGIL -, così come alla corretta applicazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro. I nostri settori, infatti, spiccano per alcune importanti eccellenze e per innovazione. Tuttavia, è necessario che le eccellenze siano maggiormente traino all’evoluzione qualitativa del settore e che l’applicazione e la condivisione degli strumenti contrattuali e delle normative sia intesa da tutti gli attori economici e sociali come strumento principale per isolare e contrastare condotte criminose che danneggiano tutti, in primis i lavoratori, che spesso si trovano soggetti a forme di sfruttamento e a incorrere in infortuni o drammaticamente a rischiare la vita stessa».

«Il mancato rispetto di regole e contratti non è rappresentativo della generalità di questo mondo produttivo - conclude Gallina -, il nostro impegno costante è proprio quello di combattere tali condotte che, inoltre, generano disvalore economico delle produzioni e inquinano il mercato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altra riconferma in casa Cgil, Veronica Gallina rieletta al vertice della Fillea

TrevisoToday è in caricamento