Gatti abbandonati, approvata convenzione tra Comune di Treviso e gattile Enpa

Per ogni gatto recuperato e ospitato proveniente dal territorio del capoluogo, sarà devoluta alla struttura di Conegliano la somma di 100 euro a felino per un massimo di 35 mici all’anno

Alla micia il Coronavirus non fa un baffo

È stata approvata questa mattina dalla Giunta la convenzione tra l’Amministrazione comunale ed ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) – Sezione di Treviso per la gestione dei gatti abbandonati e ospitati dall’associazione nel gattile di Conegliano. Tale accordo, per il quale la Giunta aveva già espresso parere favorevole con comunicazione dello scorso ottobre, permetterà di assistere i felini che, senza cure, non riuscirebbero a sopravvivere perché cuccioli, anziani, feriti o debilitati. Allo stato attuale, infatti, gli unici soggetti in grado di gestire i gattini abbandonati erano le associazioni di volontariato che se ne prendevano cura prima dell’affidamento. A tal proposito, per prevenire e risolvere il problema del randagismo, il Comune di Treviso ha deciso di avvalersi del “Gattile” di Conegliano (situato in via Zamboni), gestito da ENPA.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«ENPA si occuperà dell’attività di cura dei cuccioli e dei gatti abbandonati per i prossimi due anni (2020-2021) -afferma l’assessore alle Politiche ambientali del Comune di Treviso, Alessandro Manera- Siamo contenti perché questa convenzione permetterà di tutelare anche i gattini abbandonati che, fino ad oggi, potevano contare soltanto sulla disponibilità di volontari che se ne prendevano cura fino all’affido, con notevole dispendio di tempo, dedizione, cibo e farmaci». Il Comune di Treviso riconoscerà ad ENPA, per ogni gatto recuperato e ospitato proveniente dal territorio del Comune di Treviso, la somma di 100 euro a gatto per un massimo di 35 gatti all’anno. «Si tratta di un’iniziativa che abbiamo fortemente voluto -chiude Manera- anche grazie al lavoro dell’Ufficio Affari Animali d’Affezione istituito nel 2019. Purtroppo i fenomeni di abbandono di cucciolate e di felini è in aumento e noi vogliamo offrire un supporto a chi si adopera per la tutela di questi animali da compagnia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento