Treviso si tinge di giallo: un festival di tre giorni dedicato al genere del mistero

Il capoluogo di Marca rende omaggio al noir e al giallo per i 90 anni dalla sua nascita con un festival di tre giorni dal 12 al 14 aprile. Dieci gli appuntamenti in programma

Un momento della presentazione del festival

Treviso diviene per tre giorni la capitale del romanzo giallo e noir. A novant'anni dal lancio della prima collana di Arnoldo Mondadori (settembre 1929) dal titolo “I libri Gialli”, Treviso rende omaggio al genere letterario che ha riscosso tanto successo in Italia.

Venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 aprile 2019, la sala di Palazzo dei Trecento ospiterà la prima edizione del festival letterario "Treviso Giallo", organizzato dall’associazione Accademia della Marca Trevigiana, con il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali, Regione del Veneto, Città di Treviso e in collaborazione con le Università degli Studi Ca’ Foscari Venezia, Università degli Studi di Trieste, Università Iulm Milano, Università degli Studi dell’Aquila, Università degli Studi di Udine. Giovedì 28 marzo a Palazzo Rinaldi la presentazione del Festival alla presenza di Mario Conte, sindaco del Comune di Treviso, Lavinia Colonna Preti, assessore ai Beni Culturali e Turismo del Comune di Treviso, Cristiano Corazzari, assessore al Territorio, Cultura e Sicurezza della Regione del Veneto, Pierluigi Granata, componente del Comitato scientifico del Festival Treviso Giallo, Università degli Studi dell’Aquila, Lisa Marra, della casa editrice Linea edizioni e responsabile organizzativa del Festival Treviso Giallo.

Il festival sarà aperto al pubblico con ingresso gratuito fino a esaurimento posti, è unico nel suo genere in ambito nazionale per l’impostazione scientifica che lo caratterizza e offre un approfondimento del genere giallo e noir che lo proietta a fianco dei maggiori festival europei. Saranno tre giorni d’incontri, tavole rotonde, presentazioni di libri attraverso interviste di approfondimento all’autore, tavole rotonde, alle quali parteciperanno scrittori, giornalisti, sociologi, criminologi, investigatori, magistrati, psicologi, psichiatri. In concomitanza con il festival sarà realizzata una mostra artistica dalla tematica noir e sarà presentato il premio letterario dedicato al genere giallo e noir. La valenza scientifica del Festival Letterario è supportata anche dalla presenza del Comitato scientifico composto dai maggiori esponenti e docenti delle Università e del mondo scientifico italiano: Elvio Guagnini (emerito Università di Trieste è il Presidente del Comitato), Sergia Adamo (Università di Trieste), Giulio Marra (già Università Ca’ Foscari Venezia), Pierluigi Granata (Università dell’Aquila), Francesco Sidoti (Università dell’Aquila), Fabrizio Fornari (Università di Chieti-Pescara). L’obiettivo del festival è di valorizzare con un approccio accademico, che abbraccia unitariamente più discipline scientifiche, il genere letterario giallo e noir, nelle sue declinazioni peculiari. Infatti, Treviso Giallo ha la finalità di creare un preciso percorso metodologico che consente di fornire al pubblico una nuova chiave di lettura e interpretativa della letteratura "gialla" e “noir", tesa soprattutto a far recepire le costruzione schematica e scientifica del genere giallo. «Grazie al Festival Treviso Giallo - ha affermato Mario Conte, Sindaco del Comune di Treviso - generi letterari come "giallo" e "noir" vengono esaltati nella loro connotazione scientifica e accademica anche attraverso i contributi di chi il “giallo” lo conosce alla perfezione. La nostra Città si sta dimostrando attenta alla lettura e alla scrittura, cercando sempre di ospitare rassegne e manifestazioni in grado di promuovere e approfondire tematiche, peculiarità e produzioni artistiche. Con il Festival del Giallo, Treviso va ad accogliere una manifestazione di livello assoluto».

treviso-giallo-2

«Si tratta senza dubbio di un obiettivo ambizioso - ha spiegato Lisa Marra, di Linea edizioni responsabile organizzativa del Festival Treviso Giallo - che ha però lo scopo di superare le stereotipate e superficiali concezioni del genere letterario giallo e noir, quasi sempre sottovalutato, comportando nel lettore una maggiore consapevolezza nella scelta dei testi e come sostenuto dagli scrittori De Cataldo, De Giovanni e Carlotto, nell’articolo “Come è noir quest’Italia” (Robinson, La Repubblica dicembre 2018), si auspica un cambiamento di tendenza, un nuovo approccio culturale, una rottura degli schemi mentali imperanti, anche nelle Istituzioni culturali. La letteratura “gialla” e “noir” trova quindi una sua fondamentale valenza nell’analisi della società contemporanea, nel trattare dilemmi concettuali propri dell’investigazione e come strumento di impegno civile, riprendendo il grande insegnamento di Leonardo Sciascia. «Sono molto felice per la nascita di questo Festival – ha continuato Lavinia Colonna Preti, Assessore ai Beni Culturali e Turismo del Comune di Treviso - Sono una grande appassionata di romanzi gialli e sono orgogliosa del fatto che Treviso, città impegnata, grazie alla Giunta Conte, sul fronte della legalità, della sicurezza e della lotta alla criminalità, possa dare il via a questa rassegna. Allo stesso tempo, il Festival omaggia anche il fatto che abbiamo, come territorio e grazie a scrittori straordinari,  dato vita ad un filone vero e proprio che i critici hanno definito "prosecco noir" e che apre anche all'unione del genere giallo con la promozione turistica del nostro territorio». «Così - ha affermato Pierluigi Granata, del Comitato scientifico del Festival Treviso Giallo -, si è creato un ponte ideale tra mondo accademico e questo genere letterario. Inoltre, come già accade in altri Paesi europei, si vogliono evidenziare gli aspetti teorici letterari e scientifici, propri delle scienze dell’investigazione, sottostanti a questa tipologia di opere letterarie».

Il programma

Venerdì 12 aprile 2019

Ore 15 APERTURA – SALUTI ISTITUZIONALI
Ore 15.20 GIALLO: PERCHE` SI LEGGE?

Intervengono: Sergia Adamo, Università degli Studi di Trieste
Jacopo De Michelis, editore
Ricciarda Ricorda, Università degli Studi Ca’ Foscari Venezia
Francesco Sidoti, Università degli Studi dell’Aquila
Modera: Elvio Guagnini, Università degli Studi di Trieste
Ore 16.30 GIALLO E IL SUO FASCINO
Intervengono: Fabrizio Fornari, Università degli Studi di Chieti-Pescara
Michela Gecele, psichiatra e psicoterapeuta, Sant'Agata atto settimo. Ada, torte e delitti (Forme Libere, 2019)
Carmen Iarrera, giornalista, Delitti alla Scala (Fazi, 2003)
Giuliano Pasini, scrittore, Trilogia di Roberto Serra (Mondadori, 2014) 
Modera: Francesco Sidoti, Università degli Studi dell’Aquila
Ore 17.45 GIALLO COME IMPEGNO CIVILE: L’INSEGNAMENTO DI SCIASCIA E LA SUA ATTUALITÀ
Intervengono: Pierluigi Granata, pubblicista, criminologo
Ricciarda Ricorda, Università degli Studi Ca’ Foscari Venezia 
Paolo Squillacioti, curatore, Opere. Leonardo Sciascia (Adelphi, 2012)
Modera: Elvio Guagnini, Università degli Studi di Trieste
Ore 18.45 GIALLO: LA DENUNCIA DI UNO SCANDALO POLITICO NELL’ITALIA POSTUNITARIA
Clotilde Bertoni, Università degli Studi di Palermo, Romanzo di uno scandalo. La Banca Romana tra finzione e realtà (il Mulino, 2018), dialoga con Sergia Adamo, Università degli Studi di Trieste

Sabato 13 aprile 2019

Ore 9.30 GIALLO NORDICO APPRODA NEL VENETO
Mostra illustrazioni 20 ANNI DI GIALLO MARSILIO. Come nasce la copertina di un libro giallo/noir a cura di Fabio Visintin, illustratore
Ore 10.15 GIALLO VENETO
Intervengono Collettivo Norah Gelbe, Un mare di luppolo (Il Prato, 2019)
Stefano Masini, scrittore, Come ai nostri debitori (Linea edizioni, 2019)
Fulvio Luna Romero, scrittore, Prosecco connection (Laurana, 2018)
 Alberto Toso Fei, scrittore, Misteri del Veneto (Linea edizioni, 2017)
Giovanna Zucca, scrittrice, Turno di notte (Fazi, 2016)
Modera: Giovanni Viafora, caporedattore Corriere del Veneto
Ore 11.30 GIALLO E ADDICTION
Paolo Roversi, scrittore, Addicted (Sem Libri, 2019), dialoga con Francesco Ferracin, scrittore, Technoshock (Linea Edizioni, 2018)
Ore 16 GIALLO E INVESTIGAZIONE
Intervengono Carlo Nordio, già magistrato
Roberto Riccardi, scrittore, Detective dell’arte (Rizzoli, 2019)
Rosa Teruzzi, giornalista, Non si uccide per amore (Sonzogno, 2018)
Pablo Trincia, Veleno (Einaudi, 2019)
Modera: Francesco Sidoti, Università degli Studi dell’Aquila
Ore 17.30 Carmelo Lavorino, investigatore e criminalista, Five. Cinque omicidi camuffati da suicidi (Ponte Sisto, 2019), dialoga con Mariateresa Gammone, Università degli Studi dell’Aquila
Ore 19 Visita guidata nella Treviso Noir, durata 1,5 h, a cura di Banca Mediolanum
Info: Punto Mediolanum, p.zza Pola 12 – Treviso T 0422 590151
Itinerario: Piazza Pola - Piazza Duomo (eccidio della famiglia di Ezzelino, le carceri, contrada della Morte, leggenda dell'ulivo) - Via Cornarotta - Via Inferiore - Piazza S. Vito (carceri, condanne a morte) - Portico Oscuro - Via Palestro - Pescheria - Via S. Agostino - S. Caterina (assassinio di Rizzardo da Camino) - Fiume Sile (leggenda Cornaro) - Giardini S. Andrea (delitto contessa Onigo) - Via Collalto (leggenda di Bianca di Collalto) - Piazza Pola

Domenica 14 aprile 2019

Ore 10 GIALLO: LE DONNE E IL CRIMINE
Intervengono: Antonella Benvenuti, scrittrice, operatrice giudiziaria, Una di sette. In parole povere (Linea edizioni, 2019)
Collettivo Norah Gelbe, Un mare di luppolo (Il Prato, 2019)
Vera Slepoj, psicologa e psicoterapeuta
Mariolina Venezia, scrittrice, sceneggiatrice, Rione Serra Venerdì (Einaudi, 2018) 
Rosantonietta Scramaglia, Università degli Studi IULM Milano
Modera: Sergia Adamo, Università degli Università di Trieste
Ore 11.30 GIALLO E SOCIETÀ CONTEMPORANEA
Riccardo De Palo, giornalista, scrittore, Confraternita della rosa nera (Marsilio, 2019), dialoga con Pierluigi Granata, pubblicista, criminologo
Ore 15 GIALLO E SOCIETÀ CONTEMPORANEA
Intervengono: Fulvio Ervas, scrittore, C’era il mare (Marcos y Marcos, 2018)
Patrick Fogli, scrittore, A chi appartiene la notte (Baldini-Castoldi, 2018)
Paolo Giovannetti, Università degli Studi IULM Milano
Loriano Machiavelli, scrittore, Noi che gridammo al vento (Einaudi, 2016)
Valerio Varesi, scrittore, La paura nell’anima (Frassinelli, 2018)
Modera: Elvio Guagnini, Università degli Studi di Trieste
Ore 17 Petra Reski, giornalista, Palermo Connection (Fazi, 2018), dialoga con Pierluigi Granata, pubblicista, criminologo
Ore 18 Chiusura festival a cura di Elvio Guagnini, Università degli Studi di Trieste / Francesco Sidoti, Università degli Studi dell’Aquila

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento