rotate-mobile
Attualità

Il Giro d'Italia a Treviso, tutte le modifiche alla viabilità

Giovedì 23 maggio il passaggio della corsa ciclistica lungo viale della Repubblica e strada Noalese

Giovedì 23 maggio è previsto il passaggio nel territorio comunale di Treviso della 18^ Tappa del Giro d’Italia, Fiera di Primiero- Padova.  Per l’occasione sono previste alcune modifiche alla viabilità. Verrà istituito il divieto di sosta con rimozione coatta dei mezzi dalle ore 8 alle ore 16 di giovedì 23 maggio su: via Da Corona (ambo i lati), via Marini (aree parcheggio), via Zorzi, strada di Boiago (intero tratto), strada dell’Aeroporto (tratto tra Boiago e strada Noalese).

La circolazione veicolare sarà invece interdetta dalle ore 13 alle ore 15.50 circa su viale della Repubblica (intero tratto), piazzale Pistoia, rotatoria del Mercato Ortofrutticolo, strada Noalese, cavalcavia San Giuseppe, via Da Corona, via Marini, via Zorzi, strada di Boiago (intero tratto) e strada dell’Aeroporto.

Inoltre verrà effettuata la chiusura dello svincolo d’uscita della tangenziale Noalese SR 53 “Padova-Conegliano” nella direzione Silea- Paese eccetto i veicoli diretti all’aeroporto e i frontisti aventi titolo dalle ore 13 alle ore 15.50, la chiusura dello svincolo d’uscita della tangenziale Noalese Sr 53 “Padova Conegliano Noalese” nella direzione Paese-Silea e su tutte le vie e le strade afferenti al percorso di gara con pre-filtri di deviazione del traffico.

A27 MESTRE-BELLUNO: PER IL GIRO CHIUSA LA STAZIONE DI VITTORIO VENETO NORD

In occasione della ventesima tappa "Alpago-Bassano del Grappa" del Giro d'Italia che si svolgerà sabato 25 maggio lungo la SS51 Alemagna, sarà necessario chiudere la stazione di Vittorio Veneto nord, sulla A27 Mestre-Belluno, in entrata e in uscita, dalle 9:00 alle 13:00 e comunque, fino al termine del passaggio dei ciclisti. In alternativa si consiglia: in entrata verso Venezia e in uscita per chi proviene da Venezia e da Belluno: Vittorio Veneto sud; in entrata verso Belluno: proseguire lungo la SS51 verso Belluno ed entrare a Belluno Cadola.

LE INDICAZIONI DELL'ULSS 2

Non saranno percorribili alcune strade dei paesi attraversati dalla Carovana Rosa poiché chiuse al traffico, ad eccezione dei servizi d’urgenza, ma il passaggio del 107° Giro non influirà sull’operatività delle strutture Ulss 2 e sulle modalità di accesso, salvo ovviamente il tragitto di arrivo e partenza imposto dalle deviazioni.
Si ritiene perciò utile raccomandare ai cittadini in appuntamento o che prevedono accesso ai servizi Ulss 2, ubicati in zona passaggio del Giro d’Italia, di valutare per tempo eventuali percorsi alternativi in modo da giungere con adeguato anticipo considerando le difficoltà che potrebbero incontrare per i limiti alla circolazione.

GIOVEDÌ 23 MAGGIO
I paesi interessati dal passaggio della Carovana ciclistica saranno: Valdobbiadene, Guia, Col San Martino, Sernaglia della Battaglia, Falzè di Piave, Ponte della Priula, Spresiano, Villorba, Treviso, Quinto di Treviso e Zero Branco. La chiusura delle strade interessate dal passaggio della gara è prevista nell’arco temporale 12:00-17.00 circa, e, quindi, indicativamente dalle due ore e mezzo prima del transito e fino alla mezz’ora successiva.

Le strade interessate dal passaggio del Giro saranno: SP26, SP152, SP52, Via Trevigiana - Sernaglia della Battaglia, SP34, SS13 Pontebbana, Viale della Repubblica (Strada Ovest) Villorba – Treviso, Piazzale Pistoia, SR515 Noalese, Via Da Corona, via Marini, Via Zorzi, Strada di Boiago, Strada dell’aeroporto, Via 4 Novembre - Zero Branco. 

SABATO 25 MAGGIO
La 20^ tappa arriverà dall’Alpago passando, verso le ore 12:00, per Vittorio Veneto e proseguendo per: Revine Lago, Tarzo, San Pietro di Feletto, Refrontolo, Pieve di Soligo, Sernaglia della Battaglia, Vidor, Crocetta del Montello, Cornuda, Pederobba, Possagno, Crespano del Grappa con transito verso le ore 16:00 in cima al Monte Grappa. Alcune strade dei paesi indicati non saranno percorribili perché chiuse al traffico ad eccezione dei servizi d’urgenza, indicativamente dalle due ore e mezzo prima del transito e fino alla mezz’ora successiva.

È dunque consigliata la percorrenza di viabilità alternativa con deviazioni segnalate lungo tutto il percorso di gara. Maggiori informazioni sui percorsi del Giro nel sito degli organizzatori:
https://www.giroditalia.it/tappe/tappa-18-del-giro-ditalia-2024-fiera-di-primiero-padova/ 
https://www.giroditalia.it/tappe/tappa-20-del-giro-ditalia-2024-alpago-bassano-del-grappa/

IL SALUTO DI ZAIA 

«Un gran bel giro d’Italia. Complimenti alla Gazzetta dello Sport e ai Direttore di corsa Mauro Vegni. Ci sono tutti gli ingredienti per un altro grande spettacolo, del quale il Veneto sarà significativo protagonista, anche perché, come uso dire, non c’è Giro senza il Veneto e non c’è Veneto senza il Giro». Così il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, accoglie il percorso del Giro d’Italia 2024 che, nella sua seconda parte, attraverserà buona parte del territorio veneto, con Alpago sede di partenza, Padova e Monte Grappa traguardi di arrivo. «Siamo la regione d’Italia con più appassionati – aggiunge Zaia – e le tappe che ci attraversano sembrano fatte apposta per accontentare tutti i palati finissimi di sportivi ed esperti. Ci sono montagne, colline, pianura, l’arrivo a Padova presumibilmente per velocisti o passisti dopo aver attraversato il bellunese, il trevigiano e il veneziano, quello su Cima Grappa dove gli scalatori di sicuro daranno spettacolo e dove si potrebbe verificare qualcosa di importante per la classifica generale. Comunque vada – conclude Zaia – sulle strade venete sarà una festa di sport, di tecnica, di passione infinita, così come su tutte le strade italiane che il Giro percorrerà, con i suoi campioni, i colori, i rumori, l’entusiasmante brusio di pedali e ruote che mangiano l’asfalto. Grazie Giro, e buon Giro a tutti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Giro d'Italia a Treviso, tutte le modifiche alla viabilità

TrevisoToday è in caricamento