Impresa di classe Challenge: vincono progetti di Fermi-Giorgi, Planck e Canossiane

Coinvolti 280 studenti di quattro istituti superiori e 26 giovani imprenditori e giovani commercialisti

TREVISO Auditorium Appiani da tutto esaurito con circa 300 studenti per la finale  del progetto Impresa di classe Challenge 2018, promosso dai Giovani Imprenditori di Assindustria Venetocentro e Giovani commercialisti.  e che ha coinvolto 280 studenti di 14 classi da sei istituti scolastici trevigiani. “Il nostro impegno, che è di tutta Assindustria Venetocentro – ha detto Alessandra Polin, Presidente Vicario del Gruppo Giovani Imprenditori di Assindustria Venetocentro e referente per Treviso –, è seguire e valorizzare i nostri giovani perché trovino qui le ragioni e le motivazioni per realizzare le proprie idee. Abbiamo voluto trasmettere i valori e gli strumenti dell’imprenditorialità affinché i ragazzi sviluppino le loro idee arrivando a produrre un Business Plan”. 

a-52

Erano presenti gli studenti dei sei team finalisti (provenienti dagli Istituti Brandolini Rota di Oderzo, Giorgi Fermi di Treviso, Planck di Lancenigo e Canossiano Madonna del Grappa di Treviso), che si sono alternati sul palco a presentare i progetti imprenditoriali elaborati lo scorso anno scolastico nei programmi di alternanza scuola lavoro insieme ai giovani imprenditori e giovani commercialisti. Ad affermarsi Alberto Milani, dell’Istituto Fermi – Giorgi di Treviso con il progetto di un esoscheletro per viaggi ecosostenibili Jump Power; secondo posto per The Awakening, videogioco made in Italy del team del Istituto Max Planck di Lancenigo composto da Francesco Agnoli, Alvise Livotto e Giovanni Manzan; al terzo l’Azienda Agricola Snail Veneto, progetto per l’allevamento di lumache elaborato all’Istituto Canossiano Madonna del Grappa di Treviso da Francesca Emireni, Riccardo Fuser, Giuia Zorzi, Jacopo Brendolise e Linda Coppo. Per tutti i progetti è stato presentato sul palco un business plan con analisi delle opportunità, dei mercati di riferimento, stima dei costi e delle fonti di finanziamento.

b-12

“Ci auguriamo che i progetti presentati abbiano successo e continueremo a seguirli se necessario anche successivamente  – continua la Presidente Polin - . Le statistiche ci dicono che anche nel nostro territorio vi è una riduzione di nuove imprese promosse dai giovani. Il nostro obiettivo è riuscire a creare nuove vocazioni, trasmettere entusiasmo, far loro capire che mettendoci impegno e passione possono riuscirci”. Con gli studenti e con Alessandra Polin hanno parlato Andrea Marchi, Vicepresidente Giovani Commercialisti di Treviso, Vladi Finotto, Professore associato di Economia e gestione delle imprese Ca' Foscari Venezia - Delegato del Rettore al trasferimento tecnologico e all’autoimprenditorialità, l’imprenditore Massimo Colomban, Francesca Posocco, di ABS Group di Vittorio Veneto, Claudio Chiarelli, di Jaes di Quinto di Treviso e lo startupper Nicolò Santin. “Impresa di Classe Challenge – conclude Alessandra Polin - è stato formativo anche per  noi giovani imprenditori, nell’ascolto dei giovani e nel trovare un linguaggio comune, per imparare oltre che per trasmettere la propria esperienza. Il valore aggiunto di quest’anno  è stata sicuramente la partnership con i Giovani Commercialisti che hanno creduto con  noi nel potenziale di arricchimento per le scuole del progetto”.

c-2-2

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • «Lo ha fatto apposta, ha sterzato di colpo contro l'altra macchina»

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento