rotate-mobile
Attualità Santa Bona / Via Nicola di Fulvio, 2

Cucine centralizzate Israa: serviranno quasi 900mila pasti a domicilio e nelle strutture

Entro gennaio 2026 saranno ultimati i lavori, per circa 3,8 milioni, avviati anche grazie al Pnrr. Il presidente Mauro Michielon: «Parte dell’energia che andrà ad alimentare la nuova cucina verrà prodotta attraverso i pannelli fotovoltaici installati sul tetto del manufatto»

Sono state avviati i lavori delle nuove cucine centralizzate di Israa, alle “Residenze Anziani Città di Treviso” di via Nicola di Fulvio a Treviso. Si tratta di una struttura chiave che andrà a rispondere alla richiesta in aumento di pasti annui sia in residenza (circa 800mila pasti) che a domicilio a favore delle necessità degli anziani del territorio, che ammontano a circa 60mila l’anno, di cui oltre 22.000 per il solo comune di Treviso. Questa nuova struttura permetterà anche ai 27 dipendenti della cucina di poter svolgere il proprio lavoro in condizioni ottimali. E' stato lo stesso presidente Mauro Michielon ha illustrare i lavori durante un incontro a cui ha partecipato anche il sindaco di Treviso, Mario Conte oltre all’Amministratore delegato Massimo Beltrame dell’impresa Innocente Stipanovich di Trieste che si è aggiudicata i lavori per un importo di euro 3.8 milioni. Il termine di lavori è stato previsto per gennaio 2026 e con l’occasione si è sottolineato come questo investimento rappresenti un importante impegno finanziario per Israa. Il presidente Mauro Michielon non ha mancato di ricordare come ben 420mila euro di contributo all’opera siano pervenuti dalla partecipazione di Israa all’ex progetto PINQuA, ora rinominato PNRR missione 5 componente 2, che ha visto l’Amministrazione di Treviso capofila, a cui è andato un sentito ringraziamento.

Michielon ha proseguito sottolineando come questo progetto non solo rafforzi la sinergia tra Amministrazione e Israa, ma farà entrare di diritto la struttura delle RACT come servizio pulsante per i residenti del quartiere, con la predisposizione di una sala mensa dove gli anziani del quartiere, che lo desiderano, potranno andare a consumare i pasti in compagnia di altre persone. Anche questo servizio fa parte dell’ex progetto PINQuA. Il presidente Michielon ha sottolineato come la nuova cucina centralizzata  senza dimenticare che, nel rispetto dell’ambiente, parte dell’energia che andrà ad alimentare la nuova cucina verrà prodotta attraverso i pannelli fotovoltaici installati sul tetto del manufatto.

«L’avvio di questi lavori ha molteplici significati: in primo luogo l’importanza di mettere in campo progetti concreti, in rete e che puntano al benessere di lavoratori e utenti permettono poi di ottenere finanziamenti», le parole del sindaco di Treviso, Mario Conte. «In secondo luogo perché una cucina è simbolo di convivialità e inclusione. Anche l’aspetto ambientale ha una notevole importanza visto che queste cucine verranno alimentate ad energia solare. Ringrazio Israa per avere portato avanti questa ennesima iniziativa in sinergia con l’Amministrazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucine centralizzate Israa: serviranno quasi 900mila pasti a domicilio e nelle strutture

TrevisoToday è in caricamento