Maltempo in arrivo, vigili del fuoco di Treviso in stato di preallaerta

Predisposta la centrale operativa presso il comando provinciale. Un centinaio di uomini pronti all'intervento in tutta la Marca per prevenire eventuali emergenze

Il comandante dei vigili del fuoco di Treviso, Giuseppe Lomoro

Una settantina di vigili del fuoco già schierati ma altri già in preallerta, con le forze in campo che a livello provinciale potrebbero superare il centinaio. E' questo, in sintesi, il piano predisposto da Prefettura e dal comando provinciale dei vigili del fuoco di Treviso per contrastare gli effetti dell'ondata di maltempo che è in arrivo nella Marca nelle prossime ore. Il comandante provinciale di Treviso, Giuseppe Lomoro, ha annunciato che la centrale operativa è già stata predisposta così come i mezzi per affrontare l'emergenza.

«Siamo sempre pronti per queste eventualità -spiega Lomoro- ma in questo caso ci siamo rafforzati con diversi vigili del fuoco disponibili ad entrare in azione, se dovesse servire. Sono stati tutti allertati, anche i volontari. In particolare abbiamo predisposto squadre specializzate nell'eliminazione rapida dell'acqua dagli scantinati».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile Regionale, in considerazione dell’evoluzione delle previsioni meteo, ha emesso un nuovo bollettino che conferma lo stato di criticità idraulica rossa (fase operativa di allarme) su Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone (VI, BL, TV, VR) e confermata su Piave Pedemontano (Treviso-Belluno). Confermata la criticità idrogeologica arancione (fase operativa di pre-allarme) su Alto Piave Belluno e Adige-Garda e Monti Lessini. Le previsioni indicano per oggi tempo perturbato, precipitazioni diffuse specie su zone montane/pedemontane dove risulteranno anche forti e persistenti con quantitativi in genere abbondanti (60-100 mm) localmente molto abbondanti (100-150 mm) su zone prealpine del Vicentino/Trevigiano e nel Bellunese con possibili isolati massimi anche superiori. Limite neve intorno a 1600-1900 su Prealpi, sulle Dolomiti molto variabile da 1200 m circa, localmente anche più in basso, a 1500-1700 m circa. Venti a tratti forti di Scirocco sulla costa, forti e temporaneamente anche molto forti dai quadranti meridionali in quota, specie sulle dorsali prealpine con possibili raffiche in qualche valle. Verso sera tendenza ad attenuazione e diradamento dei fenomeni a partire da ovest. Dopo una pausa senza fenomeni significativi, dal pomeriggio/sera di sabato e fino al pomeriggio di domenica probabile nuova fase di maltempo con rinforzi di vento dai quadranti meridionali in quota e precipitazioni anche abbondanti su zone montane/pedemontane centro-orientali con limite neve in rialzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento